menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stati generali grillini, Croatti: "M5S si confronterà per discutere di obiettivi, organizzazione e strumenti"

Il senatore pentastellato: "Un momento fondamentale per rilanciare le nostre idee per il futuro del Paese in cui i territori e gli attivisti saranno protagonisti"


Deputati e senatori del Movimento 5 Stelle si sono riuniti a Roma all'indomani del deludente risultato elettorale del Movimento alle elezioni regionali. Nel corso dell'assemblea, il reggente M5S Vito Crimi ha illustrato la road map dei cosiddetti Stati Generali, il congresso grillino a lungo invocato da più parti per rilanciare il Movimento tramite una nuova agenda e una nuova leadership. Il piano presentato da Crimi stabilisce che dal 15 ottobre inizi un giro di assemblee sui territori, mentre altre opzioni che prevederebbero votazioni immediate su Rousseau sembrano essere già state scartate dai parlamentari. Ogni gruppo territoriale stilerà un documento con delle proposte che verrà inviato a una commissione di garanzia nazionale, costituita da dieci persone rappresentanti di tutti i livelli di governo e tutte le anime dei grillini. La commissione avrà il compito di fare sintesi tra le varie indicazioni ed elaborare i quesiti su cui poi gli attivisti saranno chiamati a esprimersi online per decidere il futuro del Movimento in vista dell'appuntamento con gli Stati Generali previsto per il 7 e 8 novembre a Roma.

“Sono estremamente soddisfatto per l’annuncio che sono iniziati gli Stati Generali del Movimento 5 Stelle e che il 7 e 8 novembre si terra? l’atto conclusivo - ha commentato il senatore pentastellato Marco Croatti. - Attendevamo questo appuntamento di partecipazione in cui il M5S si confrontera? per discutere di obiettivi, organizzazione e strumenti e in cui l'ultima parola spettera? a tutti gli iscritti, con un processo partecipato dal basso, anche attraverso l’utilizzo della piattaforma Rousseau. Un momento fondamentale per rilanciare le nostre idee per il futuro del Paese in cui i territori e gli attivisti saranno protagonisti. Sui temi, regole, organizzazione ma anche nella scelta dei partecipanti agli Stati Generali che, per via dell'emergenza sanitaria, sara? contingentata. L'obiettivo e? redigere un documento finale che potra? contenere anche posizioni contrastanti, su cui la nostra base sara? chiamata ad esprimersi. Inutile sottolineare che, oltre ad aspetti puramente legati all’organizzazione interna del nostro M5S, auspico anche che si arrivi a condividere un percorso comune per le prossime amministrative del 2021 in cui al centro non ci sia il tema delle alleanze ma i punti programmatici della nostra azione politica. Un approccio che renderebbe piu? credibile e trasparente ogni eventuale confronto con altre forze politiche nell’ipotesi di progetti comuni sui territori. Anche dalla provincia di Rimini porteremo agli Stati Generali la nostra voce e le nostre idee per dare nuovo impulso all'azione del Movimento. Quando si parla di impulso si intende la necessita? di nuovi obiettivi e un'organizzazione in grado di accompagnare e sostenere tutti i gruppi locali nei prossimi importanti appuntamenti, che nella nostra provincia culmineranno con le importanti amministrative della primavera 2021 le quali toccheranno, tra gli altri, i comuni di Rimini, Cattolica, Montescudo Monte Colombo, Novafeltria e Pennabilli".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Ritenzione idrica: come eliminarla in poche mosse

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento