Buone notizie per gli uffici postali nelle zone montane: "Niente riduzioni di servizio"

Lo riferisce il deputato Pd riminese Tiziano Arlotti, che spiega come nella lettera il garante esprima la volontà di mettere in atto "ogni sforzo possibile" per evitare che le aree interne risultino svantaggiate rispetto alla restante parte del Paese.

 In una lettera inviata al Presidente dell'Intergruppo per la Montagna Enrico Borghi, in risposta ad un nota sul rischio di diminuzione del servizio postale nelle montane e rurali che aveva destato molta preoccupazione, il presidente dell'AgCom Angelo Marcello Cardani interviene rassicurando sui servizi nelle aree interne e marginali. Lo riferisce il deputato Pd riminese Tiziano Arlotti, che spiega come nella lettera il garante esprima la volontà di mettere in atto "ogni sforzo possibile" per evitare che le aree interne risultino svantaggiate rispetto alla restante parte del Paese.

“La delibera più volte richiamata anche dalle numerose azioni messe in campo dall'intergruppo parlamentare per la Montagna - sottolinea Arlotti - ha proprio il fine di obbligare Poste italiane al rispetto dello specifico divieto di chiusura di quegli esercizi che servono gli utenti nelle zone remote del Paese. Inoltre, il garante si impegna a vigilare affinché i criteri e di divieti contenuti nella delibera siano correttamente applicati".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La lettera del Garante AgCom sgombra il campo da ogni ambiguità e mette al riparo dal rischio di riduzione del servizio postale nelle aree montane e marginali, dove il volume d'affari per Poste italiane è chiaramente minore. Apprezziamo soprattutto la volontà di vigilare affinché il divieto di chiusura sia rispettato. Come parlamentari sul territorio controlleremo segnalando eventuali storture o disservizi. Ora avvieremo un confronto con Poste Italiane sul nuovo piano di riorganizzazione, affinché il tema della privatizzazione si trasformi in miglioramento dei servizi e non in una loro riduzione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Autobus sorpassa gruppo di ciclisti, rovinosa caduta per un corridore amatoriale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento