Domenica, 20 Giugno 2021
Attualità

Arrivano le "divertimappe" e la Valmarecchia si racconta ai bambini tra folletti, miti e storia

Un tour accompagnati da personaggi della fantasia tra bellezze naturali, leggende e suggestioni

Storia locale, misteri e leggende, paesaggi e sentieri, animali e piante tipiche del territorio: in Valmarecchia arriva un opuscolo turistico tutto dedicato ai bambini e alle bambine. Tre “divertimappe” con cui andare alla scoperta del territorio seguendo altrettanti percorsi tematici guidati da tre personaggi fantastici. Aulo, il bambino villanoviano, accompagnerà alla scoperta della storia: dalle tracce rinvenute a Poggio Torriana risalenti all’era del Pliocene agli insediamenti villanoviani a Verucchio, dalla dinastia dei Malatesta e alle lotte fra i castelli di Penna e Billi, prima dell’unione e della pace, per arrivare fino alle vicende dei Montefeltro a Sant’Agata Feltria.

Leggende, miti e avventure fantastiche fanno parte della “divertimappa” presentata da Rosina, bambina fantasma, che racconterà la storia della dama bianca, delle grotte e del parco dei robot giganti (Mutonia) a Santarcangelo. A San Leo, invece, una visita alla cella dell’alchimista Cagliostro e agli animali fantastici della cattedrale di San Leone, senza tralasciare, ovviamente, la famosissima leggenda di Azzurrina, lo spettro che abita il castello di Montebello a Poggio Torriana. Mazepegul, il folletto dei boschi, condurrà invece bambini e bambine in un viaggio alla scoperta dei paesaggi e degli animali della Valmarecchia: dal colle Giove di Santarcangelo al centro storico di Verucchio, da dove si possono vedere i rilievi di Torriana, Montebello e il monte Titano. Poi verso l’alta Valmarecchia e l’appennino, dove si incontrano tre regioni (Emilia-Romagna, Marche e Toscana), con il Parco di Sasso Simone e Simoncello. A Perticara, invece, il folletto racconterà la storia delle miniere di zolfo da cui è nato, appunto, il Museo Sulphur. La terza “divertimappa” si conclude poi con la presentazione degli animali tipici della Valmarecchia: dal falco allo scoiattolo, dall’istrice al tasso.

Tra i contenuti della brochure c’è anche una sezione dedicata alle più suggestive opere di Tonino Guerra, poeta della Valmarecchia, e numerosi giochi, test, laboratori pratici e un “gioco dell’oca” tutto basato su personaggi, luoghi e storia locale. Per la prima stampa sono state realizzate circa 300 copie che verranno messe a disposizione gratuitamente negli uffici turistici della Valmarecchia. Per il futuro, non è esclusa la ristampa del volume che è comunque disponibile anche sul sito www.explorevalmarecchia.it e sui siti turistici dei dieci Comuni. Gli opuscoli sono stati realizzati dall’agenzia Mediamix che ha adattato i contenuti forniti dai Comuni grazie al supporto di Lorenza Cingoli e Martina Forti, specializzate nella scrittura di testi per bambini. Le illustrazioni sono di Massimo Afaioli. “Con questa iniziativa ampliamo la proposta turistica già presente sul sito Explore Valmarecchia – afferma l’assessore al Turismo del Comune di Santarcangelo Emanuele Zangoli – allargando la promozione a un target ben preciso, quello dei bambini e delle loro famiglie”. “Finanziata da Visit Romagna, la realizzazione dell’opuscolo è il frutto della collaborazione e condivisione di tutti gli assessorati al Turismo della Valmarecchia – conclude l’assessore Zangoli – che, come da mission del progetto Explore Valmarecchia, produce i suoi effetti positivi a beneficio dell’intero sistema turistico locale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrivano le "divertimappe" e la Valmarecchia si racconta ai bambini tra folletti, miti e storia

RiminiToday è in caricamento