rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Attualità

La voce di Karima sale in cattedra per gli amanti del canto

Karima, vincitrice nel 2006 del Premio della Critica ad “Amici”, protagonista al Festival di Sanremo nel 2009 e, da oltre dieci anni, una delle voci più “calde” della musica italiana d’autore

Dal palco alla cattedra il passo è breve se ti chiami Karima, vincitrice nel 2006 del Premio della Critica ad “Amici”, protagonista al Festival di Sanremo nel 2009 e, da oltre dieci anni, una delle voci più “calde” della musica italiana d’autore.  Se siete delle aspiranti cantanti e volete qualche prezioso suggerimento per proteggere la vostra voce oppure volete semplicemente condividere le vostre esperienze artistiche con un’insegnante di alto livello, l’appuntamento è per l’11 e 12 giugno nella cornice del Mamì Bistrot di Rivabella: “Insegnare canto mi è sempre piaciuto - spiega Karima - tant’è che sono stata, per ben quattro anni, docente della cattedra di canto pop al conservatorio statale ‘Francesco Venezze’ di Rovigo. Un’esperienza che, a malincuore, ho dovuto lasciare solo perché, ad un certo punto, è diventato complicato conciliare l’insegnamento con la carriera di cantante e con le esigenze quotidiane di una mamma. Ed è stato un vero peccato perché quando sono arrivata avevo sei allievi e, quando me ne sono andata, ne avevo ventotto. La vita del conservatorio, però, mi mancava ed è per questo che, combinando una serie di insegnamenti ed esperienze personali, mi sono inventata questa master-class”. 

La Karima ‘docente’ parte da un teorema: “Il cantante - dice - è come un atleta e dunque, per preservare la sua voce prevenendo edemi, noduli e disfonie, deve adottare alcuni accorgimenti. Ecco perché ‘insegnare canto’ vuol dire anche insegnare a prendersi cura delle nostre corde vocali concentrandoci non solo sulla performance ma anche sull’igiene vocale, le tecniche di riscaldamento e di defaticamento. Per altro, sto ultimando gli studi per ottenere, dopo un percorso di 4 anni, un attestato europeo di insegnante yoga e dunque, con questo nuovo approccio, cercherò di insegnare agli allievi anche alcuni preziosi esercizi di respirazione. Troppe volte gli insegnanti di canto lavorano solo sulla voce, l’intonazione e l’interpretazione, ignorando che, in realtà, un artista canta con il corpo. L’esibizione non è solo una banale emissione vocale, ma anche un insieme di componenti che coinvolgono anche i movimenti e la postura. E’ in questo modo, spigolando tra yoga e tai-chi, che si evitano operazioni alle corde vocali, abbassamenti di tono e problemi più o meno seri alla nostra voce. La mia master-class è un percorso verso una nuova consapevolezza per imparare a conoscere, a conoscersi e a sapersi rispettare”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La voce di Karima sale in cattedra per gli amanti del canto

RiminiToday è in caricamento