Rivende su internet le bici rubate, manette per il ricettatore

Il giovane è stato individuato dai carabinieri insieme alle due ruote provento di futo

Come "lavoro" rivendeva su internet, attraverso i siti di aste on line, delle biciclette ultimo modello ma, le due ruote, erano tutte provento di furto. Sono stati i carabinieri di Rimini, nella serata di giovedì, a interrompere la fiorente attività del malvivente, un 32enne senza fissa dimora, per il quale sono scattate le manette con l'accusa di ricettazione. Da diverso tempo, infatti, le vittime dei furti avevano scoperto che le loro biciclette, dopo essere sparite, riapparivano in vendita su internet e, dopo averle riconosciute nelle foto sui siti, hanno denunciato il tutto ai carabinieri. Dopo una serie di indagini, i militari dell'Arma hanno individuato il 32enne nella zona dello stadio di Rimini e, grazie alle tracce telematiche, hanno agganciato il suo cellulare riuscendo a bloccarlo. Portato in caserma in stato di fermo, il ricettatore dovrà comparire davanti al giudice per la convalida.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento