menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Misano 'agghindata' per la "caccia alla zucca", l'iniziativa di 38 commercianti

Ben 38 attività commerciali di Misano si sono unite per dare vita alla simpatica iniziativa, in occasione di Halloween

La festa di Halloween è stata l'occasione a Misano, per rinsaldare lo spirito di comunità, e in particolare l'unione tra i commercianti. Come racconta Michela Guagneli di Fluo abbigliamento, ben 38 attività commerciali si sono unite per dare vita a una "caccia alla zucca". 

"Ogni giorno che passava avevamo sempre più adesioni (anche alcuni albergatori e attività prettamente estive hanno aderito). In totale 38 sono state le attività partecipanti al gioco. Tutti si sono adoperati con entusiasmo, così è partito l'acquisto alla zucca. Tutte le attività avevano l'obbligo di allestire le vetrine a tema ma soprattutto esporre fuori dalla propria attività la classica zucca di Halloween  illuminata con un seguirsi di candele in modo da segnalare il percorso. La protagonista zucca era fondamentale averla in negozio, perché era il segnale che i bambini potevano entrare e recitare la famosa frase: dolcetto o scherzetto?con una variante: "Avete la lettera? Ma che lettera?".

Tutti i negozi partecipanti sono stati collegati: "Abbiamo diviso l'area del centro di Misano in 10 zone, ed ogni bambino doveva partire dalla zona 1 per arrivare nella zona 10 entrando in tutte i negozi, per scoprire chi aveva la lettera. La parola da comporre era Halloween.Il percorso era lungo perché da viale Repubblica monte si passava a via Garibaldi poi galleria Gardenia, zona stazione mare, viale Repubblica mare,via Dante, via Marconi, via D'Annunzio via Emilia e alla fine tutti dal mitico Paolino alla birreria con tutte le lettere per vedere se la parola formata era esatta".

Alla simpatica iniziativa non è voluto mancare "l'assessore alle attività economiche  Filippo Valentini per l'apertura della festa". I bambini sono stati impressionati da "una scenografia terrificante, con fantasmi impiccati agli alberi, angoli della paura, angoli con sangue di strega e punto merenda sono stati allestiti". "Ma la cosa più bella - conclude la commerciate - è stato vedere arrivare in continuazione bambini e genitori a qualsiasi ora. I viali pieni di urla, risate e anche i pianti dei più piccini. Genitori che seguivano questi gruppi di bambini. É stato bello anzi bellissimo vedere il mio, il nostro paese respirare un'aria di festa con tutta la comunità misanese".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Amigurumi, l'unicinetto che decora la casa

social

Zuppa inglese: origini, 2 ricette e varianti golose

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento