A Rimini ultimi giorni per pagare la prima rata della Tari 2017

Per quest'anno la scadenza della tassa sui rifiuti è stata fissata un mese in anticipo rispetto al 2016

Scade lunedì 15 maggio – un mese in anticipo rispetto allo scorso anno - il termine per il pagamento della prima scadenza della Tari per il 2017. I cittadini in questi giorni hanno ricevuto  a casa gli inviti al pagamento del Tributo sui rifiuti corredati da quattro F24, precompilati in tutte le loro parti, necessari per effettuare il pagamento in unica soluzione al 15 maggio, oppure in tre rate (con scadenza il 15 maggio, 30 settembre e 30 novembre). A chi ne ha fatto richiesta, gli inviti e i quattro bollettini F24 sono stati inviati per posta elettronica certificata o mail. Il pagamento delle rate Tari potrà essere effettuato rivolgendosi a qualunque sportello bancario, postale e attraverso home banking, utilizzando i modelli F24 forniti. Se per un qualche motivo non è pervenuto l’invito e gli allegati F24 è possibile richiederne copia all’ufficio competente.  E’ stato attivato uno sportello dedicato, in via Ducale 7 (parcheggio ex area Sartini, Piazzale Tiberio), che fino al 15 maggio riceverà il pubblico con i seguenti orari: lunedì, martedì, mercoledì, venerdì dalle ore 9 alle ore 12,30 e giovedì dalle 9 alle 15. In ogni caso è anche possibile utilizzare canali telematici per informazioni e dichiarazioni.

Si ricorda che per il 2017, come deliberato dal Consiglio Comunale, la tariffa è rimasta praticamente inalterata, in linea con quelle degli ultimi due anni, se non per una minima variazione dello 0,65%; questo è stato possibile grazie ad una revisione del costo del servizio da parte del gestore combinato ad un’intensa attività nel contrasto all’elusione e all’evasione che l’Amministrazione ha messo in campo da quando la gestione amministrativa del tributo (bollettazione, riscossione, accertamenti) è tornata in house. L’attenta attività di recupero ha consentito di azzerare l’aumento della tariffa e ha permesso di mantenere un impianto tariffario equo, eliminando le sperequazioni tra le diverse categorie e confermando tutte le esenzioni, le agevolazioni e le detrazioni già introdotte negli anni passati.

Il Comune di Rimini ricorda inoltre che, chi ancora non avesse pagato in tutto o in parte la TARI 2016, può farlo entro il 16 giugno attraverso il cosiddetto ravvedimento operoso, che prevede la possibilità di versare spontaneamente il tributo 2016 entro un anno dalla scadenza con la sola applicazione della sanzione ridotta pari al 3,75%, senza far scattare le procedure di accertamento da parte dell’Amministrazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento