menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“A sostegno di chi ha più bisogno”, Coldiretti dona 8 quintali di prodotti alimentari a Ven èulta

Prosegue l’impegno del gruppo Ci.Vi.Vo. santarcangiolese a favore delle persone più fragili, l’assessore Rinaldi: “Iniziativa lodevole a sostegno di famiglie e imprese”

Nell’ambito della campagna nazionale “A sostegno di chi ha più bisogno”, la federazione provinciale di Coldiretti Rimini ha donato 8 quintali di prodotti alimentari a Ven èulta, il gruppo di volontari Ci.Vi.Vo. nato per raccogliere e distribuire alimenti e altri beni di prima necessità a favore delle famiglie che si trovano in una situazione di grave difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria.
Prosegue dunque anche in Provincia di Rimini l’iniziativa di solidarietà agroalimentare lanciata da Coldiretti, Campagna Amica e Filiera Italia su tutto il territorio nazionale, con la partecipazione delle più rilevanti realtà economiche e sociali del Paese, per destinare aiuti alimentari ai nuclei familiari in difficoltà economica. Gli 800 kg di prodotti donati sono tutti made in Italy e di qualità: pasta e riso, Parmigiano Reggiano e Grana Padano, biscotti, sughi, salsa di pomodoro, tonno sott’olio, dolci, stinchi, cotechini e prosciutti, carne, latte, panna da cucina, zucchero, olio extravergine di oliva, legumi, formaggi e molto altro. I cibi donati da Coldiretti saranno distribuiti dal gruppo Ven èulta sotto forma di pacchi alimentari ad altrettanti nuclei familiari individuati dai Servizi sociali del Comune, proseguendo l’attività portata avanti negli ultimi mesi grazie alla generosità dei cittadini e delle attività economiche santarcangiolesi.

“L’iniziativa di Coldiretti è lodevole per almeno due ragioni - dichiara l’assessore ai Servizi sociali e welfare, Danilo Rinaldi. - Prima di tutto perché contribuisce a sostenere il lavoro dell’Amministrazione comunale e del gruppo Ci.Vi.Vo. Ven èulta a favore delle famiglie più fragili, in una sinergia virtuosa tra pubblica amministrazione, imprese e terzo settore. In secondo luogo, la scelta di donare prodotti made in Italy testimonia ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, la qualità della produzione agroalimentare nazionale, in un momento in cui il settore sta facendo da traino per l’economia italiana. Grazie dunque a Coldiretti – conclude l’assessore – e a Ven èulta per il prezioso impegno solidale”. “Con questa iniziativa vogliamo portare un aiuto concreto sulle tavole delle famiglie, dimostrando la vicinanza della filiera agroalimentare italiana alle fasce più deboli della popolazione” evidenzia il presidente di Coldiretti Rimini, Guido Cardelli Masini Palazzi.

“’A sostegno di chi ha più bisogno’ vuole essere un segnale di speranza per il nostro territorio, per l’intero Paese e per tutti coloro che in questi mesi hanno pagato più di altri le conseguenze economiche e sociali dell’emergenza Covid” aggiunge il vice direttore di Coldiretti Rimini, Giorgio Ricci, che ha provveduto alla consegna delle derrate alimentari. “La pandemia, con i suoi effetti diretti e indiretti su economia, lavoro e reddito, ha fatto salire a 5,6 milioni le persone in povertà assoluta in Italia, un milione in più rispetto allo scorso anno, con il record negativo dall’inizio del secolo. Ringraziamo il Comune di Santarcangelo che ci ha coadiuvato nella distribuzione e supportato nell’individuazione delle famiglie più bisognose”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento