rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Addio nonna Silvana, la più longeva di Rimini. Morta a 107 anni dopo aver sconfitto il Covid

Per il suo ultimo compleanno, nell’incontrare i figli, aveva potuto festeggiare facendo ausilio alla camera degli abbracci

Era la donna più longeva di tutta Rimini. Aveva 107 anni, ne avrebbe festeggiati 108 il prossimo febbraio. Silvana Dondè, la nonna di Rimini rimbalzata di recente alle cronache perché con grande forza e tenacia un anno fa era riuscita a guarire dal Coronavirus, è scomparsa nelle scorse ore dopo il ricovero all’Ospedale Infermi. Da tempo era residente al Valloni “dove aveva ancora trascorso il Natale in buone condizioni di salute”, raccontano i responsabili della struttura.

Prima di andare in pensione, Silvana aveva gestito per molti anni l'hotel Leda di viale Giovanni Pascoli, dove si dilettava in cucina, insieme ai suoi familiari, ai figli Liana e Renato che si portano nel cuore un bellissimo ricordo della mamma. "Fino a 15 giorni fa - ricorda il figlio Renzo - l'accompagnavo per dire le preghiere e la sostenevo moralmente. Ogni volta le chiedevo le tabelline e lei rispondeva correttamente con grande lucidità".

“A inizio di gennaio le sue condizioni di salute hanno subito un tracollo, finché si è resto necessario il trasporto in ospedale”, raccontano dal Valloni. La sua storia aveva commosso i riminesi e non solo. Perché aveva superato anche il Coronavirus e per il suo ultimo compleanno, nell’incontrare i figli, aveva potuto festeggiare facendo ausilio alla camera degli abbracci all’interno della struttura per anziani. I parenti da una parte delle protezioni e la signora Silvana d’altro lato. "Aveva dovuto trascorrere 28 giorni in isolamento a causa del Covid - ricorda il figlio Renato -, ma si era rirpresa bene. Aveva completato il percorso vaccinale e fino al nuovo anno era stata bene. Poi domenica ci hanno chiamato dal Valloni dicendo che aveva difficoltà respiratorie e qualche ora dopo è mancata all'ospedale".

Per l’occasione anche l’allora vicesindaca Gloria Lisi si era recata alla festa di compleanno. Era stata una giornata emozionante, per il super traguardo raggiunto, ma anche l’inusuale circostanza storica. “Ricordo ancora che aveva mangiato tutta la sua fetta di torta – è il ricordo di Gloria Lisi -, ed ero rimasta stupita per la sua grandissima lucidità. Erano giorni difficili, ma la signora Silvana non si era mai persa d’animo. Ricordo i parenti separati dalle protezioni e tutto il personale della struttura con cui si era festeggiato”.


Silvana Dondè 2-2-2

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio nonna Silvana, la più longeva di Rimini. Morta a 107 anni dopo aver sconfitto il Covid

RiminiToday è in caricamento