Volevano gli spiccioli e prendono a pugni il distributore. Minori nei guai

Volevano solo raccimolare qualche moneta rimasta nel distributore di sigarette e così lo hanno preso a pugni per verificare che non fosse rimasto qualche resto. Un anonimo però li ha visti e pensando stessero tentando di forzarlo, ha chiamato i Carabinieri

Volevano solo raccimolare qualche moneta rimasta nel distributore di sigarette e così lo hanno preso a pugni per verificare che non fosse rimasto qualche resto. Un anonimo però li ha visti e, pensando stessero tentando di forzarlo, ha chiamato i Carabinieri. Protagonisti della vicenda tre adolescenti di 15 e 16 anni.

Era da poco passata mezzanotte quando la Centrale Operativa del Comando Provinciale Carabinieri di Rimini ha ricevuto la segnalazione da parte di una persona rimasta anonima che li avvisava di aver visto tre giovani intenti a forzare il distributore automatico di sigarette collocato all’esterno di una tabaccheria. Due autoradio del Nucleo Radiomobile dei Carabinieri sono giunte immediatamente sul posto sorprendendo i tre ragazzi. Alla vista dei militari, gli adolescenti si sono dati alla fuga a piedi. Dopo un breve inseguimento, i Carabinieri sono riusciti a fermarli accorgendosi con sorpresa della giovane età dei presunti furfanti. I giovani, piuttosto spaventati, hanno però spiegato che non avevano tentato di forzare il distributore ma di essere scappati per paura, in quanto avevano colpito più volte la macchinetta con le mani per verificare se c’erano monete di resto da recuperare. I Carabinieri, avendo appurato che non risultavano effrazioni o danneggiamenti al distributore di sigarette, hanno accompagnato i minori in caserma e hanno avvisato i genitori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento