menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pestato in pieno centro per una birra. In manette un 41enne

Preso a botte perchè rifiuta di regalare una birra. E' quanto accaduto ad uno studente di 20anni, originario di Pescara, vittima, nella notte tra venerdì e sabato, mentre tornava a casa, di un'aggressione

Preso a botte perchè rifiuta di regalare una birra. E' quanto accaduto ad uno studente di 20anni, originario di Pescara, vittima, nella notte tra venerdì e sabato, mentre tornava a casa, di un'aggressione in pieno centro a Rimini. Il ragazzo stava attraversando piazza Ferrari, poco dopo l'un,a ed è stato avvicinato da un uomo di colore, dal fisico possente, che gli ha chiesto una birra, vedendo che il giovane ne aveva un paio.

Lo studente ha detto di no e lo straniero è passato al piano B: in cambio della birra gli ha offerto del fumo. Ma ha incassato un altro no. A quel punto l'uomo ha iniziato ad insultare il giovane e poi sono partiti calci e pugni. Il ragazzo si è difeso alzando un ginocchio, ma l'aggressore lo ha afferrato alla gamba facendolo cadere a terra, sopra una delle bottiglie che aveva con sè. Spaccandola nella caduta si è tagliato.

A quel punto lo straniero ha tentato di fuggire e si è nascosto in una galleria che dà sulla piazza. Il giovane è riuscito a chiamare il 113, e quando la polizia è arrivata ha segnalato dove si trovavava il malvivente. L’aggressore, un 41enne del Senegal, è stato arrestato dalla Polizia per rapina impropria. Per medicare il giovane aggredito è arrivata anche un'ambulanza:  il ragazzo ha riportato ferite da taglio ad una mano e un gomito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica bollette luce e gas: quando e come ottenerla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento