"Alè burdel!", il Comune di Rimini festeggia la promozione in Serie D

Gli applausi vanno alla società, allo staff tecnico, ai giocatori, a tutti coloro che si sono messi al servizio dei colori biancorossi

“Prima di tutto i complimenti e la soddisfazione per il risultato sportivo del Rimini Fc - scrive palazzo Gramapi in una nota stampa per la promozione in Serie D della squadra di calcio. - Non solo sono dovuti e doverosi ma confermano l’investimento in credibilità che la città e l’Amministrazione Comunale avevano fatto neanche 10 mesi fa sulla nuova società biancorossa. Quando la scorsa estate l’Amministrazione Comunale ha deciso di puntare sul progetto di Giorgio Grassi per ripartire dalle macerie dopo l’ennesimo fallimento, lo ha fatto, tra lo scetticismo e anche qualche polemica più o meno interessata, convinta dalla strategia dei ‘piccoli passi’: ripartire dal basso per risalire, un gradino alla volta e con un progetto serio, fattibile, concreto. Senza promesse faraoniche e senza illusioni, quelle che nel calcio sono purtroppo all’ordine del giorno e ogni volta si rivelano amare e cocenti delusioni, ma con un programma chiaro, solido e realistico. Oggi il primo fondamentale obiettivo, quello sportivo, è stato raggiunto: la promozione in serie D conquistata ieri pomeriggio sul campo del Corticella, con cinque giornate di anticipo, è un traguardo che va celebrato e festeggiato, ed è figlio di quella filosofia di ‘un altro calcio è possibile’ presentata da Grassi e su cui l’Amministrazione ha creduto e crede ancora fermamente. Dopo una prima fase di ‘rodaggio’, la ‘macchina’ Rimini si è messa in moto, confermando la bontà e la serietà di quel progetto, sia dal punto di vista agonistico – con l’obiettivo del salto di categoria centrato al primo colpo e con ampio margine rispetto agli avversari – sia soprattutto dal punto di vista organizzativo e gestionale".

"Gli applausi quindi vanno alla società, allo staff tecnico, ai giocatori, a tutti coloro che si sono messi al servizio dei colori biancorossi, colori che rappresentano un pezzo di patrimonio della nostra cultura e della nostra storia. Un applauso anche ai tifosi, che seppur dopo diffidenze iniziali per certi versi anche comprensibili, non hanno mancato di far sentire il loro appoggio e sostegno alla squadra, anche lontano dal Romeo Neri. Ed è proprio quel Romeo Neri che vogliamo sia al centro del futuro del calcio della nostra città, un futuro a cui si sta già lavorando, sempre nell’ottica di non compiere il passo più lungo della gamba e soprattutto perseguendo quell’obiettivo di ‘un altro calcio è possibile’, che vede nello stadio il principale polo sportivo della città e punto di incontro per famiglie. Prima delle festività pasquali il Consiglio Comunale discuterà una delibera propedeutica e necessaria alla pubblicazione del bando per la riqualificazione e gestione dei bar dello stadio e di alcuni spazi espositivi e commerciali, con l’obiettivo di essere operativi per la nuova stagione agonistica 2017/2018. Un servizio che terrà conto delle diverse esigenze di un pubblico esercizio particolare come questo. Non solo: gli uffici comunali e il Rimini Fc stanno lavorando per l’affidamento di un’area dello stadio, a monte della curva ospiti, dove realizzare un’area ludico sportiva ad accesso libero e dedicato alle famiglie. L’Amministrazione quindi continuerà a operare per mettere nelle condizioni la società di lavorare al meglio per far sì che i festeggiamenti di queste ore siano un punto di partenza per traguardi ancora più esaltanti e non solo un felice approdo del momento".

"Ma adesso serve anche il supporto dell’imprenditoria privata, quella già chiamata a sostegno dei colori biancorossi nell’assemblea tenuta lo scorso agosto nella sede della Camera di Commercio di Rimini. E l’occasione si presenta subito. C’è infatti il progetto che riguarda la riqualificazione e la valorizzazione della tribuna storica dello stadio, attraverso l’opportunità offerta dall’Art Bonus e che sarà presentata già domani mattina ad una platea di possibili privati interessati a dare il loro contributo. C’è bisogno di tutti e tutti devono fare la propria parte. Alè Burdel”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento