Cronaca

Allarme criminalità, al via il gruppo Whatsapp di Sant' Ermete e San Martino

I cittadini si sono attrezzati dopo l'ondata di furti che ha visto al centro le due frazioni di Santarcangelo

Dopo l'ondata di furti nelle abitazioni e nelle attività commerciali, che lo scorso febbraio ha visto le frazioni santarcangiolesi di Sant'Ermete e San Martino finire nel mirino dei malviventi, i residenti si sono mobilitati per cercare di arginare il fenomeno. In attesa di essere ricevuti dal sindaco di Santarcangelo, Alice Parma, il comitato “Sant’Ermete e San Martino, cittadini in allerta” ha realizzato le prime  proposte da presentare alle autorità, alle  quali verrà data ampia diffusione, dopo l’incontro con le istituzioni. Il consiglio ha anche  predisposto una prima importante azione di aiuto reciproco tra i cittadini, in supporto alle forze dell’ordine, un gruppo Whatsapp, denominato “S.Ermete S.Martino help”  nel quale confluiranno  gli iscritti al comitato di cittadini. Lo scopo del gruppo è quello di evidenziare situazioni e presenze anomale sul territorio, permettendo in tal modo un aiuto reciproco in caso di emergenza, con  simultanea allerta alle forze dell’ordine. Per rendere il servizio estremamente efficace, il consiglio direttivo predisporrà delle piantine del territorio, suddividendo i cittadini in gruppi di ascolto, in tal modo, si eviteranno dispersioni di informazioni, gli interventi saranno mirati, realizzati esclusivamente dai residenti vicini al luogo della segnalazione di anomalia o richiesta di aiuto.

Per raggiungere lo scopo, si utilizzeranno quindi  anche strumenti tecnologici, che normalmente favoriscono contatti virtuali, ma in questo caso, concretizzeranno i rapporti tra le persone. Inoltre, tra le proposte che il comitato esporrà al sindaco di Santarcangelo, anche la richiesta di una segnaletica specifica, da istallare in ogni strada d’accesso alle frazioni, emblematica l’indicazione: “Zona controllata dal comitato di cittadini in allerta”. L'obiettivo è quello di aiutare le istituzioni a combattere i reati ed  il degrado, favorendo la sicurezza, ed in ultima analisi, il miglioramento della qualità della vita dei residenti. Gli atti criminali  perpetrati sul territorio hanno portato i cittadini ad unirsi,  un ritorno al passato, al buon vicinato, alla socializzazione, al rispetto e all’aiuto reciproco in caso di necessità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme criminalità, al via il gruppo Whatsapp di Sant' Ermete e San Martino

RiminiToday è in caricamento