rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Cronaca

Baby pusher in manette, sui social foto "promozionali" di lui con cocaina stesa sul petto e panetti di fumo

Già finito nei guai da minorenne, davanti al giudice ha sostenuto la tesi di non essere uno spacciatore ma di stare organizzando un festino con gli amici

Neomaggiorenne ma, alle spalle, già un discreto curriculum come spacciatore. Questo il profilo del 18enne marocchino che, sabato pomeriggio, è stato arrestato a Miramare da una pattuglia in motocicletta della polizia di Stato. Il ragazzino era già finito nei guai, sempre a Rimini, la scorsa estate quando era stato fermato da minorenne sempre con della droga in tasca. Gli agenti lo hanno riconosciuto e quando il giovane si è accorto di essere finito nel mirino delle divise ha tentato di entrare in un negozio per far perdere le proprie tracce. L'escamotage non ha ingannato il personale della Questura che lo ha raggiunto e bloccato. Perquisito, nelle parti intime nascondeva un involucro con 14 grammi di fumo mentre, in tasca, aveva un secondo involucro con la stessa sostanza e altri 2 grammi di cocaina per un peso complessivo di 30 grammi. Anche il cellulare del 18enne è stato sequestrato e, al suo interno, gli inquirenti hanno trovato diverse foto pubblicate anche sul profilo Instagram del ragazzino dove si vede il giovane che "reclamizza" la propria attività di spaccio con dei selgie che lo ritraggono con "strisce" di cocaina stese sul petto e panetti di fumo.

Il tutto è valso le manette al giovane pusher che, lunedì mattina, è comparso davanti al gip per la convalida dell'arresto. Davanti al magistrato il 18enne ha sostenuto al tesi di non essere uno spacciatore ma di aver fatto "spesa" di stupefacenti per organizzare un festino con gli amici. Il giudice lo ha condannato a 1 anno di reclusione senza la sospensione della pena e disposto il sequestro del cellulare per uletriori spunti investigativi e ricostruire il giro di spaccio gestito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baby pusher in manette, sui social foto "promozionali" di lui con cocaina stesa sul petto e panetti di fumo

RiminiToday è in caricamento