menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maxi furto da 50mila euro, completamente ripulito negozio di abbigliamento

I malviventi hanno agito nella notte tra giovedì e venerdì approfittando della nebbia per far sparire tutto dagli scaffali

Sono entrati in azione nel cuore della notte, tra giovedì e venerdì, e dopo aver forzato una porta sul retro hanno svuotato completamente il negozio di abbigliamento 'Secret' di Bellaria. Una maxi furto da 50mila euro che non ha risparmiato praticamente nulla di quanto si trovava all'interno della boutique con i malviventi che, però, hanno lasciato alcuni sacchi neri utilizzati per asportare i vestiti. "Giovedì mattina - spiega la titolare - ci eravamo accorti di alcune pedate sui muri esterni del negozio ma non abbiamo pensato che potesse essere una 'prova' per quello che abbiamo poi trovato venerdì mattina". Dai primi accertamenti, i ladri sono entrati in azione verso le 2 e, dopo aver forzato una porta sul retro non sorvegliata dalle telecamere, hanno iniziato a prendere tutto quello che c'era.

Un gran via vai, ripreso dalle telecamere della stazione ferroviaria, dove si intravedono due individui che fanno razzia all'interno del negozio per poi sparire. "Venerdì mattina, quando siamo arrivati per aprire - prosegue la titolare - siamo rimasti pietrificati: oltre alle vetrine e agli scaffali, ci hanno ripulito anche il magazzino portando via anche un Mac appena comprato. Tra tutto, secondo i nostri conti, il danno è di oltre 50mila euro. In questi giorni saremo costretti a rimanere chiusi ma, già dalla prossima settimana, contiamo di aprire". Il furto è stato denunciato ai carabinieri e, al momento, gli inquirenti dell'Arma sono alla ricerca di indizi utili per riuscire ad individuare gli autori del colpo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Ritenzione idrica: come eliminarla in poche mosse

Ristrutturare

Come trasformare una finestra in un balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento