Blitz della polizia di Stato a Borgo Marina: 1 arresto, 7 denunce e 3 espulsioni

Grazie al fiuto dei poliziotti a quattrozampe è stato possibile recuperare diverse dosi di stupefacenti nascoste sotto le auto in sosta

E' scattato nella serata di lunedì il blitz della polizia di Stato nel quartiere di Borgo Marina dove, da diversi giorni, erano arrivate delle segnalazioni di degrado e spaccio attraverso l'App YouPol. I controlli hanno permesso di arrestare uno straniero per falsa attestazione delle proprie generalità e di denunciare altre 7 persone: cinque per inosservanza delle disposizioni sull’ingresso e permanenza sul territorio nazionale, una per porto abusivo di coltello, una per inosservanza del foglio di via obbligatorio. I controlli effettuati con il fiuto dei cani antidroga della polizia di Stato hanno inoltre permesso di individuare e segnalare un’altra persona alla Prefettura di Rimini come assuntore di stupefacenti e di individuare e sequestrare diverse decine di dosi di sostanza stupefacente nascosta sotto i veicoli in sosta presso Borgo Marina. Durante i posti di controllo sono stati inoltre identificate oltre 150 persone e verificati 80 veicoli ed elevati diversi verbali di contestazione alle disposizioni del Codice della Strada. Gli stranieri irregolari, sono stati posti a disposizione dell’Ufficio immigrazione che ha provveduto a predisporre e a notificare i provvedimenti di espulsione.

"Voglio ringraziare e congratularmi con il questore Maurizio Improta e con le donne e gli uomini della Polizia di Stato di Rimini per l'importante operazione di sicurezza pubblica portata a termine nella zona di Borgo Marina nella serata di ieri - ha dichiarato l'assessore alla sicurezza e legalità del Comune di Rimini, Jamil Sadegholvaad. - Un'operazione importante a più livelli, tra i quali mi piace sottolineare il presidio del territorio legato al contrasto a fenomeni di degrado urbano, la tutela della sicurezza dei cittadini e il contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze. Attività rese possibili anche grazie al coinvolgimento diretto, tramite l'applicazione dedicata della Polizia, dei cittadini. Un punto di grande importanza perchè testimonia una volta di più come il tessuto civile riminese sia particolarmente consapevole, attivo, attento e partecipe alle sorti della propria comunità. La conferma inoltre di come, attraverso la collaborazione tra le istituzioni e il coinvolgimento attivo della cittadinanza, possa concretizzarsi quella strategia di presidio del territorio e di sicurezza pubblica che sta portando preziosi risultati come quello messo a segno ieri sera".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento