Bullismo: 13enne umiliata e coperta di sputi e insulti dal 'branco'

La Questura di Rimini ha comunicato i dati relativi ai casi di bullismo: sono cinque segnalati dal mese di febbraio. Il più eclatante è avvenuto all'esterno del centro commerciale Le Befane nel mese di settembre

La Questura di Rimini ha comunicato i dati relativi ai casi di bullismo: sono cinque  segnalati dal mese di febbraio. Il più eclatante è avvenuto all'esterno del centro commerciale Le Befane nel mese di settembre, a fine estate ed ha coinvolto una 13enne riminese. La ragazzina, fuori dal centro commerciale, stava bevendo un frullato insieme ad alcune amiche, quando per non gettarlo via, lo ha offerto ad  altre ragazze.

Da questa offerta si sono scatenate la reazione e l’aggressione contro di lei da parte di altri 5 coetanei, un maschio e 4 femmine di età compresa tra i 13 e 17 anni. Prima le hanno risposto in malo modo, poi le hanno rovesciato una bibita addosso e una in testa, sbeffeggiandola e minacciandola con un casco da moto. La 13enne è andata in bagno per ripulirsi e appena è uscita le vessazioni nei suoi confronti sono proseguite. I cinque l’hanno spinta a terra facendole sbattere la testa, le hanno ordinato di mettersi in ginocchio e di chiedere scusa, sputandole addosso.

Durante la scena raccapricciante, intorno si era formato un cerchio di ragazzini spettatori, che, chi in silenzio, chi incitando i cinque, osservava la scena senza batter ciglio. Qualcuno addirittura voleva riprendere l’accaduto con un telefonino, ma è stato dissuaso. Le amiche nel frattempo sono rimaste impietrite, spaventate. L’unica cosa che sono riuscite a fare è stata quella di suggerire alla vittima di scappare. Un atto che la 13enne è riuscita a compiere solo dopo un’ora di sofferenze. Corsa in bagno, si è sciolta in un pianto ed è svenuta.

La ragazza è stata ritrovata da una signora, che ha avvertito il personale del centro commerciale e del 118. Grazie anche al pronto intervento delle Volanti della Questura sul posto, in breve tempo, sono stati individuati i cinque autori del violento atto di bullismo, che sono stati convocati in Questura per spiegare il loro comportamento. Alcuni hanno mostrato rimorso, qualcuno ha minimizzato la cosa dicendo che era stata semplicemente una bravata. Intanto per tutti e 5 è partita la denuncia per lesioni personali, ingiuria, violenza privata, omissione di soccorso e minaccia.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento