rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Cattolica

Caldo e futili motivi innescano una scazzottata tra barista e cliente

A finire in manette è stato un milanese 28enne che ha aggredito il titolare del locale pubblico

Un vero e proprio parapiglia quello che, nella prima serata di martedì, si è scatenato in un bar di Cattolica dove, a picchiarsi furiosamente, sono stati il barista cinese e un 28enne residente a Milano. Secondo quanto emerso, il cliente si era presentato alticcio e con una bottiglia di vino all'interno del locale pubblico di via Verdi sollevando le rimostranze del titolare. Ne è nata un'accesa discussione che, poi, è degenerata quando entrambi i contendenti sono arrivati alle vie di fatto iniziando a far volare le mani fino a che, sul posto, è intervenuta una pattuglia dell'Arma per placare gli animi e ricostruire quanto accaduto. Entrambi i contendenti sono dovuti ricorrere alle cure dei sanitari, per poi essere dimessi con prognosi di 14 giorni per il cinese e di 15 per il 28enne, con quest'ultimo che è stato arrestato per lesioni. Processato per direttissima mercoledì mattina, il ragazzo difeso dall'avvocato Valentina Baroni, ha patteggiato 8 mesi con la sospensione della pena.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caldo e futili motivi innescano una scazzottata tra barista e cliente

RiminiToday è in caricamento