Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Cattolica, Toninelli promette novità sulla viabilità e invita Gnassi a Roma per la SS16

Invece sulla questione targhe Italia-San Marino: "Stiamo valutando una serie di deroghe". Subito il contrattacco di Di Maio (Pd)

Dall'E45 alla E78, passando per varianti alla statale 16 in provincia di Rimini e Trc tra Rimini e Riccione. Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, a Cattolica promette novita' per Romagna, Marche e non solo. Si tratta, spiega ascoltato dai cronisti, di "tante opere che non rappresentano il grande cantiere, ma la grande utilita' per i cittadini". Con il decreto Sblocca cantieri, prosegue, "di cui stiamo concludendo i decreti attuativi, si nominera' una miriade di commissari per miriadi di cantieri che riguardano anche questa regione". Cosi si "anticiperanno i tempi amministrativi e la conclusione dei cantieri". In particolare per la statale 16 il ministro invita il sindaco di Rimini Andrea Gnassi "al ministero a parlarne, gli metto a disposizione la struttura tecnica e insieme troveremo una soluzione". 

Invece, sulla questione targhe Italia-San Marino il ministro afferma: "Stiamo valutando una serie di deroghe". Danilo Toninelli, conferma la volonta' di modificare la norma sulle targhe estere che sta creando non pochi problemi al confine tra Italia e Repubblica di San Marino. Non e' stato possibile con lo Sblocca cantieri, ma "ci lavoriamo", fermo restando "il principio che non puoi fare il furbo. Pero' un problema per alcune aziende, abbiamo trovato le deroghe e ora cerchiamo lo strumento normativo per inserirle", conclude. 

La replica di Di Maio

"Sul problema delle targhe estere il ministro Toninelli arriva in vergognoso ritardo". Lo dichiara il parlamentare romagnolo del Partito democratico, Marco Di Maio, in replica alle dichiarazioni rilasciate questo pomeriggio a Cattolica, in provincia di Rimini, dal ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Danilo Toninelli. Da "quasi un anno", argomenta il dem, il problema che riguarda persone, studenti, lavoratori dipendenti e imprenditori attivi nella zona di confine tra Italia e San Marino e' stato segnalato: per effetto del decreto Sicurezza si sono infatti "trovate a dover pagare dall'oggi al domani multe da 700 a 2.800 euro con il rischio di sequestro del veicolo perche' guidano un'auto aziendale, oppure perche' fanno parte di famiglie composta da cittadini italiani e stranieri. Toninelli, aggiunge Di Maio, si pone "solo oggi il problema delle deroghe, e' francamente incredibile. Ormai quei cittadini, quegli studenti e quegli imprenditori sono gia' stati messi in ginocchio dal decreto fortissimamente voluto da Matteo Salvini per la sua propaganda". Dunque, conclude, "invece che prendere in giro queste persone con la promessa di interventi tardivi, Toninelli farebbe meglio a tacere".

(fonte Agenzia Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cattolica, Toninelli promette novità sulla viabilità e invita Gnassi a Roma per la SS16

RiminiToday è in caricamento