Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca Cattolica

Cattolica, bambini uniti dai "sassi della quarantena"

L'idea di una ex insegnante per avvicinare i più piccoli e dare spazio alla loro creatività

“Io ci sono! gridano i colori sui sassi dei bambini, uniti e vicini, possiamo stare dai più grandi ai più piccini per formare una stradina che ci lega e ci avvicina”. È questo lo “slogan” che ha fatto nascere a Cattolica i “sassi della quarantena”. Da alcuni giorni per le strade della Regina, attaccati ai pali iniziano a moltiplicarsi dei volantini che invitano i piccoli a giocare colorando dei sassi. Un’idea di Stefania Simoncelli, ex insegnante della scuola per l’infanzia molto creativa. Lei per prima ha lasciato fuori pietre a disposizione ed un invito: “Giochiamo? costruiamo una lunga fila di sassi che si danno la mano, decorati da noi bambini o con l'aiuto della mamma, per dire a tutti che anche noi siamo molto bravi a sopportare questa palla con le corna e che siamo tutti uniti anche se non possiamo stare vicini. Pronti? Via...”. 

sassi - sassi quarantena-2

La proposta è stata subito abbracciata dall’Assessorato alla Cultura con il Laboratorio Didattico all’immagine diretto da Valeria Belemmi ed è rimbalzata subito su Facebook dove è stato creato un evento per raccogliere tutte le foto delle creazioni dei bambini. “Vogliamo promuovere – scrivono dal Laboratorio Didattico - questa speciale iniziativa che invita i bambini e le bambine a lasciare la propria traccia colorata sui sassi e come "Pollicino" lasciarli sul marciapiede fuori casa. Aiutateci a diffondere e mandateci le foto su Messanger. Saremo felici di pubblicarle e chissà dove ci porteranno i nostri piccoli artisti Pollicini!”. 

Dalla zona Violina l’iniziativa punta ad espandersi in tutta la città grazie anche al coinvolgimento dei Comitati di Quartiere. “Facciamo colorare le nostre vie dai piccoli – spiega l’Assessore Valeria Antonioli - per rimarcare la loro presenza anche in questi giorni in cui non gli è concesso di poter giocare insieme all’aria aperta. Cerchiamo sempre di tenere viva l’attenzione sui disagi che questo momento sta arrecando ai bambini, per questo abbiamo subito accolto con entusiasmo l’idea di Stefania Simoncelli. Invitiamo le famiglie ad aderire dando sfogo alla creatività dei loro figli: siamo sicuri che sapranno sorprenderci con i loro colori”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cattolica, bambini uniti dai "sassi della quarantena"
RiminiToday è in caricamento