menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La doccia aperta fa scoprire una serra di "maria" in casa

Un operaio 37enne di Ostuni (Brindisi), residente a Rimini, è stato arrestato nel cuore della nottata tra venerdì e sabato con l’accusa di coltivazione illegale di marijuana

Coltivatore casalingo di marijuana “tradito” dalla doccia lasciata aperta per ore e ore. Un operaio 37enne di Ostuni (Brindisi), residente a Rimini, è stato arrestato nel cuore della nottata tra venerdì e sabato con l’accusa di coltivazione illegale di marijuana. Tutto ha avuto inizio in seguito ad una richiesta d’intervento al 112 da un condomino di viale Palmanova, che aveva segnalato che all’interno di un appartamento sentiva uscire l’acqua dalla doccia da circa due ore.

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della locale Compagnia, giunti sul posto, hanno contattato il proprietario dell’abitazione, il quale si è giustificato dicendo di essersi addormentato. Durante la conversazione i militari hanno notato all'interno una vera e propria mini piantagione di marijuana collocata in una serra artigianale. Il bilancio finale parla di 32 piantine di marijuana alte circa 40 centimetri, nonchè di 32 semi di canapa indiana poste sotto sequestro.

Individuati anche un bilancino di precisione, 550 euro ritenuta provento dell’attività di spaccio, materiale vario per il confezionamento dello stupefacente, nonchè concimi, fertilizzanti ed un impianto di irrigazione automatico. Il 37enne, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento