Comitato per l'ordine e la sicurezza, sì a grandi eventi ma massima attenzione a norme anti-contagio

Le forze dell'ordine hanno richiamato i gestori delle attività commerciali e di intrattenimento al rigoroso rispetto di tutte le regole

Siè svolto nella mattinata di giovedì, presso la Prefettura, il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica dove oltre ai problemi legati alla criminalità sono emerse le indicazioni da seguire per i grandi eventi che nonostante gli strascichi dell'epidemia si terranno sulla Riviera. Per quanto riguarda le criticità legate al crimine queste, come tutti gli anni, sono segnalate dai comuni della costa ma l'azione di contrasto da parte delle forze dell'ordine pur senza un numero adeguato di rinforzi sembra reggere alla situazione. Più complesso il ragionamento per quanto riguarda le iniziative con grandi richiami di pubblico che, come emerso dalla Prefettura, si collocano in una "prospettiva di rilancio socio-economico dell’intera comunità provinciale". Dal Comitato, tuttavia, sono emersi i richiami alla migliore pianificazione possibile dei servizi correlati alla “safety e alla security” del territorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per questo tutte le manifestazioni si terranno nel rigoroso rispetto di tutte le norme di contrasto al diffondersi del coronavirus e saranno attentamente monitorata da tutte le Forze di polizia. Da queste ultime, allo stesso tempo, è arrivato un deciso richiamo ad un comportamento responsabile da parte dei gestori delle attività commerciali e di intrattenimento, oltre che degli avventori, affinché l’azione di prevenzione e di vigilanza per la quale sono dispiegate risorse di uomini e di mezzi, non venga vanificata. "Sì, dunque, al divertimento e alle relazioni - spiegano dalla Prefettura - ma un deciso no a tutto quello che si porrà in contrasto con le disposizioni e le raccomandazioni di profilo sanitario tutt’ora vigenti, la cui inosservanza risulterebbe essere un oggettivo pericolo per l’intera collettività. Saranno, pertanto, stringenti e rigorosi i controlli in merito e, a breve, il Prefetto convocherà, sempre con il coinvolgimento del Presidente della Provincia e dei Sindaci, anche il settore dei trasporti e l’Azienda Sanitaria".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in quarantena due classi di un liceo riminese: slitta l'inizio della scuola

  • L'hotel non rispetta le norme anticontagio: scatta la chiusura e una maxi multa

  • Assalto esplosivo al bancomat, danni al Comune: "Uno scenario da guerra"

  • Fare la spesa, dove si risparmia a Rimini

  • Riempie di botte la compagna, i vicini chiedono aiuto per fermare la violenza

  • Addio a Luigi Battelli, il noto albergatore ucciso dal coronavirus

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento