Controlli nei cantieri edili: oltre 20mila euro di multe e tre ditte sospese per lavoro nero

Controlli serrati da parte dei carabinieri per contrastare il lavoro in nero nei cantieri del riminese e, il bilancio del 2012, ha visto scoprire dai militari dell'Arma dell'Ispettorato del lavoro oltre 100 casi di dipendenti irregolari

Controlli serrati da parte dei carabinieri per contrastare il lavoro in nero nei cantieri del riminese e, il bilancio del 2012, ha visto scoprire dai militari dell’Arma dell’Ispettorato del lavoro oltre 100 casi di dipendenti irregolari. In questi giorni, i carabinieri della provincia di Rimini hanno fatto scattare l’operazione “La sicurezza non va in vacanza” con un controllo a tappeto dei cantieri edili.

In particolare ne sono stati visitati 16, per un totale di 38 ditte ispezionate e 52 operai identificati due dei quali sono risultati irregolari. Numerose le sanzioni amministrative elevate, che hanno portato un totale di oltre 20mila euro di multe, mentre 3 sono state le ditte sospese in quanto i lavoratori in nero superavano il limite del 20% dei dipendenti regolari.

Per tornare ad operare regolarmente, le tre aziende dovranno assumere i lavoratori in nero, pagare i relativi contributi e una ulteriore sanzione di 1500 euro che lievita a 2500 nel caso, all’interno dei cantieri, siano state rilevate anche infrazioni alle norme di sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento