Contrasto della povertà educativa, stanziamento di 120 milioni di euro l’anno per 3 anni

Due bandi della Fondazione Carim per agevolare l'accesso a questa grande opportunità fornita dal sistema ACRI

Uno stanziamento di 120 milioni di euro l’anno per tre anni. Questo l’impegno concreto del sistema ACRI (Associazione delle Fondazioni Bancarie Italiane) per sostenere il Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Per agevolare l’accesso a questa grande opportunità la Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini presenterà, mercoledì 30 novembre alle 17.00  a Palazzo Buonadrata (Corso d’Augusto 62) i primi due bandi dedicati alla prima infanzia e all’adolescenza e relativi al Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile promosso, appunto  dall’ACRI.

“Questa iniziativa, concreta e rispondente ad una vera emergenza – commenta Linda Gemmani, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini – è una testimonianza di quanto il sistema delle Fondazioni bancarie sia strumento di intervento con iniziative di valore sociale. Abbiamo lavorato per mettere a punto due bandi che possono intercettare parte dei fondi disponibili e l’incontro del 30 sarà utile per definirne i contorni e le opportunità”. Durante l’incontro verranno illustrati i bandi, le modalità di adesione su base territoriale e le opportunità di finanziamento ad essi collegate. Interverrà, tra gli altri, l’Avv. Giuseppe Schena, consigliere di “Con i Bambini”, impresa sociale che si occuperà dell’assegnazione delle risorse tramite la gestione dei bandi in questione. A questo proposito è possibile consultare il sito www.conibambini.com.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Italia quasi un milione di minori vive in condizioni di povertà assoluta. Alla povertà economica spesso si accompagna la povertà educativa, che si traduce soprattutto nell’abbandono scolastico. Per far fronte a questo allarmante fenomeno è stata messa in campo un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria e il Governo che, con apposite agevolazioni fiscali previste nella Legge di stabilità per il 2016, ha voluto incentivare l’ulteriore impegno delle Fondazioni su questo fronte. Alimentato dalle Fondazioni di origine bancaria, il Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile si prefigge l’obiettivo di dare sostegno agli interventi sperimentali finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Facoltoso ristoratore intasca il reddito di cittadinanza

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento