Pattuglione dei Carabinieri nel territorio: "L'attenzione rimane alta e costante"

Sono state incrementate le pattuglie impiegate che hanno effettuato servizi preventivi e di contrasto alle forme di illegalità

I Carabinieri della Compagnia di Rimini, al comando del capitano Sabato Landi, e della Compagnia di Novafeltria, al comando del capitano Silvia Guerrini, hanno intensificato i servizi di controllo del territorio finalizzati a contrastare i reati contro il patrimonio, ma anche a garatire il rispetto del codice della strada, con accertamenti sull'uso di sostanze stupefacenti o assunzioni di alcolici. La tipologia dei servizi effettuati, che rientra in una strategia di ancor più imponente azione preventiva messa in atto dal comando provinciale e che verrà riproposta con ancora maggiore frequenza su tutto il territorio della provincia secondo le linee guida impartite dal comandante provinciale, il tenente colonnello Giuseppe Sportelli, esprime la volontà dell’Arma di offrire maggiore sicurezza alla cittadinanza, contrastando con incisività i fenomeni delinquenziali che possono verificarsi sul territorio.

L'interesse dei cittadini

Sono state incrementate le pattuglie impiegate che hanno effettuato servizi preventivi e di contrasto alle forme di illegalità nelle zone di emarginazione sociale, con servizi a piedi nelle zone di aggregazione di massa, ponendo in essere un incisivo controllo di soggetti già noti alle forze dell'ordine sottoposti a misure limitative della libertà personale, posti di controllo alla circolazione stradale lungo le principali arterie stradali, controllo di casolari ed abitazioni abbandonate al fine di verificarne l’utilizzo quali luoghi di ritrovo di potenziali malintenzionati. Numerosi cittadini si sono interessati ai massicci controlli, inizialmente preoccupati che ci fosse in atto qualche grave reato, rassicurati dai militari hanno ritenuto, in molti, di esprimere soddisfazione per il senso di sicurezza e la presenza fra di loro “anche al di fuori del weekend” e con “tempo brutto” dell’Arma.

L’attenzione del comando provinciale Carabinieri di Rimini, informano dall'Arma, "rimane alta e costante, sull’intera giurisdizione di competenza, al fine di fornire una risposta concreta ed incisiva alle legittime pretese di ordine e sicurezza pubblica avanzate dai cittadini. Pertanto continueranno con assiduità i servizi di prevenzione e contrasto svolti dai Carabinieri, affiancando alla capillare perlustrazione del territorio una continua attività info-investigativa, contattando la cittadinanza al fine di acquisire quante più notizie utili per prevenire il ripetersi dei reati ed assicurare alla giustizia gli autori di quelli già commessi".

Santarcangelo

A Santarcangelo di Romagna, i Carabinieri, su segnalazione giunta al numero di emergenza 112, sono intervenuti in zona Sant’Ermete ove erano state segnalate due persone in atteggiamento sospetto che si aggiravano tra le case. Gli individui, un italiano ed un tunisino senza fissa dimora, sono stati rintracciati all’interno di un casolare in disuso dove erano entrati per cercare riparo dalle intemperie notturne. Gli individui sono stati allontanati dagli uomini dell'Arma.

Alta Valmarecchia

In Alta Valmarecchia, nel corso del servizio coordinato, iniziato già nel pomeriggio e protrattosi per tutta la notte, si è prestato soccorso a numerosi automobilisti e conducenti di mezzi pesanti, in difficoltà per la neve. Date le caratteristiche rurali del territorio e la presenza di molti cacciatori residenti e cittadini detentori di armi, sono stati fatti specifici controlli  per verificare la corretta custodia delle stesse, ai sensi dell’articolo 38 del Testo unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza). In un caso un uomo è stato denunciato per l’omessa custodia di una doppietta che teneva tranquillamente appesa ad un attaccapanni nell’abitazione di sua madre. Nel corso di controlli nelle strade e nelle piazze, una donna 36enne, originaria della Francia, è stata colta aggirarsi in stato di manifesta ubriachezza e denunciata.

Controlli stradali

Nel corso del servizio coordinato a largo raggio delle due Compagnie, sono stati effettuati posti di controllo lungo le principali arterie stradali e nei pressi dei luoghi di maggiore aggregazione di massa, sottoponendo a controllo, complessivamente 132 mezzi fermati ed identificando 167 persone di cui 13 stranieri. In particolare durante un controllo lungo la Provinciale 258 “Marecchiese” a Pietracuta di San Leo un pizzaiolo 20enne, originario del cesenate, è stato trovato in possesso di circa 3 grammi di marijuana che, sentendosi “scoperto”, ha consegnato spontaneamente ai militari che lo stavano controllando in maniera più accurata, visto il suo palese nervosismo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento