Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Riccione

Sabato sera militarizzato a Riccione per evitare il bis di disordini: in campo 30 pattuglie. Presa una baby gang autrice di una rapina

Una Riccione militarizzata quella che ha salutato l'ultimo fine settimana dell'estate 2021 caratterizzata da seri problemi di ordine pubblico

Una Riccione militarizzata quella che ha salutato l'ultimo fine settimana dell'estate 2021 caratterizzata da seri problemi di ordine pubblico a causa dei gruppi di giovanissimi che si sono resi responsabili di furti, rapine e atti vandalici. Dopo i disordini dello scorso week end, caratterizzati da uno sciame di decine di ragazzini che hanno messo a ferro e fuoco la zona mare della Perla Verde, le forze dell'ordine hanno mostrato i muscoli e, sabato notte, hanno messo in piedi un dispositivo che ha pattugliato ogni strada della città. Sono state 30, tra carabinieri, polizia di Stato e Municipale, le pattuglie che hanno passato al setaccio la zona mare identificando decine di giovanissimi, tutti per lo più minorenni e di origini nordafricane, e disperdendo i gruppi più numerosi che si assembravano tra viale Ceccarini, piazzale Roma, piazzale Curiel, il porto e la stazione ferroviaria. 

E il weekend blindato ha portato a numerose denunce, grazie all'ingente numero di carabinieri impiegati sul campo, supportati dalle Squadre di Intervento Operativo del Reggimento di Bologna. I militari hanno proceduto alla denuncia in stato di libertà di 6 soggetti, tutti tra i 18 e i 20 anni: una ragazza italiana, 4 giovani senegalesi e un italiano di seconda generazione, residenti nella bergamasca, resisi autori, in concorso tra loro, della rapina di una collana d’oro e di un telefono cellulare in zona dei bagni 84, messa a segno nei confronti di un turista di 21 anni del bresciano.
A seguito dell’evento, il gruppo si è dileguato facendo perdere le proprie tracce e solo al termine di una prolungata ricerca il gruppo è stato rintracciato e condotto in caserma. La refurtiva non è stata rinvenuta. Due componenti del gruppo, in virtù dei numerosi precedenti a carico, sono poi stati immediatamente segnalati alla Questura di Rimini per l’emissione e l’immediata notifica di un foglio di via obbligatorio dalla città. Nella notte, inoltre, sono stati denunciati altri due soggetti, un senegalese del 96 residente a Bergamo ed un italo magrebino residente a Milano, i quali sottoposti a controllo tra il Marano e viale Dante, sono stati sorpresi in possesso di coltelli, immediatamente sottoposti a sequestro. Nei confronti del senegalese, i militari procedono anche per il reato di resistenza, messa in atto per impedire la propria identificazione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sabato sera militarizzato a Riccione per evitare il bis di disordini: in campo 30 pattuglie. Presa una baby gang autrice di una rapina

RiminiToday è in caricamento