Cronaca

Coronavirus, l'appello del sindaco di San Leo: "Restiamo a casa, solo così fermeremo il contagio"

"Abbiamo un solo concittadino a casa con sintomi da Covid19. Dobbiamo fare tutti uno sforzo per rispettare le limitazioni"

"E’ arrivato il momento della responsabilità, modifichiamo per qualche giorno le nostre abitudini e sconfiggeremo insieme il Covid-19 - afferma il sindado di San Leo - Nella nostra provincia siamo ad oltre 200 casi di contagio da Coronavirus e circa 1000 in quarantena. San Leo in questo contesto ha un solo paziente a domicilio con sintomi da Covid-19. Nei paesi dove si sono sostanzialmente azzerati i contatti tra persone (ad esempio Codogno) ad oggi non abbiamo nuovi casi positivi ed è lo sforzo che chiedo a tutti voi, cittadini Leontini, restiamo in casa, impegnamoci a rispettare le restrizioni previste nel decreto e ne usciremo più velocemente possibile".

"Un ringraziamento particolare va ai dipendenti del Comune di San Leo, alla Prefettura, a tutti i medici e dipendenti dell’AUSL che stanno lavorando giorno e notte per la salute di tutti noi. Il rispetto delle regole può essere determinante per salvare la vita delle persone più fragili. Conto su di voi. Insieme ne usciremo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, l'appello del sindaco di San Leo: "Restiamo a casa, solo così fermeremo il contagio"

RiminiToday è in caricamento