Crescono le adesioni per la donazione degli organi e il testamento biologico

L’assessore Eugenia Rossi di Schio: “Un segno di crescita e di spiccata solidarietà e senso civico della comunità riminese"

Confermano un forte trend di crescita gli atti di generosità e di senso civico dei riminesi che, nel corso del 2018, hanno superato i valori registrati negli anni scorsi sia per le dichiarazioni di volontà per la donazione degli organi rilasciate al momento del rilascio della nuova carta d’identità, sia per il cosiddetto Testamento biologico. A tutt’oggi, infatti, gli uffici comunali anagrafici e di stato civile hanno registrato rispettivamente 2.499 dichiarazioni di volontà, ovvero di consenso alla donazione degli organi, mentre 310 sono stati coloro che, dall’entrata in vigore della normativa il 31 gennaio 2017, hanno usufruito della  possibilità di decidere in anticipo se, a quali e a quanto invasive cure sanitarie sottoporsi in caso di “futura incapacità ad autodeterminarsi”. Una disposizione del legislatore che, raccogliendo la forte spinta della società civile, ha disposto come nessun trattamento sanitario possa essere iniziato o proseguito senza “il consenso libero e informato della persona interessata”, attribuendo ai maggiorenni capaci di intendere e di volere la facoltà di dare libere disposizioni anticipate di trattamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono invece a 6.687 i cittadini riminesi maggiorenni che hanno optato per dare l’assenso alla possibilità di donare i propri organi al momento della morte usufruendo del nuovo quadro normativo entrato in vigore nel 2016 che stabilisce come, nel momento del rilascio o rinnovo della carta d’identità presso gli uffici anagrafe, i cittadini maggiorenni che lo vogliono possano registrare la propria volontà con la sottoscrizione di un modulo di consenso. “Un segno di crescita e di spiccata solidarietà e senso civico della comunità riminese – ha detto l’assessore Eugenia Rossi di Schio – che se da una parte ci aspettavamo dall’altra non ci accontenta. Siamo convinti infatti che le adesioni, se sostenute da un’azione informativa efficace, possano ancora crescere dando risposte positive in settori delicati ed estremamente importanti come quello della donazione degli organi, dal cui successo spesso può dipendere la vita di tante persone.” Per ottenere maggiori informazioni sia sulle norme e sulle modalità attuative del Testamento biologico è possibile gli uffici del settore demografico di via Caduti di Marzabotto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Un locale del Riminese tra i migliori bar d'Italia premiati dal Gambero Rosso

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • Studentessa si accascia sull'autobus, ricoverata in condizioni critiche

  • Bimbo muore a nove anni, il sindaco: "Abbiamo perso tutti un pezzo di cuore, ci sarà il lutto cittadino"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento