Dal produttore al consumatore, il via vai di clienti fa scoprire la piantagione di marijuana

Stupefacente a "chilometri 0", i carabinieri scoprono la serra artigianale nel sottotetto dell'abitazione del pusher

Una vera e propria marijuana a "chilometri 0" che, dal produttore, arrivava direttamente ai consumatori. A far scoprire lo spacciatore con l'hobby della coltivazione sono stati i vicini di casa che, insospettiti da un continuo via vai di giovani a qualsiasi ora del giorno e della notte, hanno avvisato i carabinieri. I militari dell'Arma, al termine di un'indagine lampo, hanno chiesto un mandato di perqusizione per l'abitazione sospetta e, nella serata di mercoledì, hanno eseguito il blitz. A finire nei guai è stato un 33enne della provincia di Venezia, da anni residente a Rimini, che nel sottotetto di casa aveva allestito una piantagione di marijuana. I carabinieri, infatti, hanno trovato 4 piante alte circa 1 metro oltre a 84 grammi di "erba" già essicata e pronta per essere spacciata e tre dosi, per un peso di 6 grammi, già confezionate. Il tutto è valso le manette al 33enne che, processato per direttissima giovedì mattina, è stato condannato a 1 anno e 4 mesi con la sospensione della pena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento