rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Cronaca

Devis Paganelli nominato Ambasciatore per la pace e per i diritti civili dalla Diplomatic Mission Peace and Prosperity

L'imprenditore dello spettacolo riminese, produttore di programmi televisivi: "Il prossimo Summit Internazionale per la pace, in Italia: a Rimini o a Roma"

Su intervento del Dr. Shefki Hysa Governatore della Diplomatic Mission and Prosperity (DMPP) e dello Sceicco Kasem Bader, fondatore a capo della Universal Peace Council (UPC) sotto il "tetto" accreditato delle Nazioni Unite, della NATO e degli Stati Uniti d'America, si sono svolti due giorni di incontri, il 20 e 21 Maggio scorsi, a Tirana in Albania tra i più importanti diplomatici governativi e non governativi pervenuti da tutto il mondo per parlare di pace e di diritti civili. Durante il vertice mondiale, che si è svolto nella più totale tranquillità e senza alcun problema di sicurezza, diversi gli interventi che hanno apportato linfa vitale alle attività a sostegno di azioni umanitarie concrete, a partire dall'intervento dello Sceicco Bader stesso, che è partito dal ricordare gli attuali conflitti tra Palestina e Israele, passando dall'esortazione dell'Arcivescovo Gino Collica ad aumentare i fatti oltre che a limitarsi come spesso accade alle semplici parole esternati, arrivando alle possibili soluzioni diplomatiche elaborate con l'ausilio dell'intelligenza artificiale che con appositi studi e analisi suggeriscono strategie come ha illustrato Sulejman Abazi, Generale di Pace Dwight D. Eisenhower.

Proprio l'Arcivescovo Collica è colui che si adopera per DMPP nei progetti umanitari in diversi territori con importante attenzione alle iniziative già concretizzate e alle altre in lavorazione in diversi paesi come l'Albania dove la missione contribuisce alla formazione e alla cultura di minoranze, per passare alle attività in Africa. Sono numerose infatti nel terzo mondo progetti di DMPP che prevedono la fornitura di attrezzature a ricoveri per bambini, la realizzazione di allevamenti, supporti informatici per alimentare cultura ed educazione nelle scuole, progettazione e consegna di pozzi e costruzione di chieste. L'importante serie di dialoghi tra popoli, fianco a fianco, allo stesso tavolo, attivisti, politici, diplomatici e imprenditori di ogni religione, nazione, lingua e orientamento, ognuno con il proposito comune che è quello della pace e della prosperità, ha dimostrato come sia possibile trovare punti d'incontro in piena serenità e senza criticità o conflitti.

Durante la permanenza dei volti più esposti del panorama diplomatico internazionale, la Diplomatic Mission Peace and Prosperity a conclusione del vertice, ha deciso di concedere a mano del Governatore Shefki Hysa, il più alto riconoscimento diplomatico ad un italiano originario di Rimini, con una cerimonia che ha attribuito l'investitura ad Ambasciatore a Devis Paganelli, per le diverse operazioni mediatiche a supporto di progetti sociali e solidali da lui organizzati negli ultimi vent'anni attraverso i propri format. Su indicazione del consiglio mondiale, gli è stata assegnata anche la rappresentanza ufficiale per l'Italia dove nei prossimi mesi grazie a questa nuova delegazione, verranno avviate una serie di iniziative volte a concretizzare una fitta rete di consiglieri e commissari di pace nel nostro paese. Al termine dell'investitura, il neo Ambasciatore Paganelli, ha incontrato i giovani al Furum dei Giovani attivisiti di pace "Youth Forum - DMPP" insieme all'Arcivescovo Gino Collica. Contestualmente all'investitura, l'ambasciatore ha omaggiato il Dr. Hysa e il Dr.Bader, con alcune monete commemorative di Rimini e delle Nazioni Unite.




"Sono onorato - ha commentato Devis Paganelli - di aver ricevuto questa prestigiosa investitura ad Ambasciatore con ruoli diplomatici importanti e di essere l'italiano che per la prima volta viene riconosciuto quale unico rappresentante italiano nel mondo per l'Italia, in questa missione diplomatica accreditata dalle Nazioni Unite, alla NATO e negli Stati Uniti d'America. Sono già al lavoro con l'interessamento del coordinatore europeo Arcivescovo Gino Collica, con il Governatore Shefki Hysa e con lo Sceicco Kasem Bader, per valutare la pianificazione del primo Summit internazionale di pace DMPP e UPC proprio in Italia e la mia ambizione è quella di portarlo a Rimini o a Roma".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Devis Paganelli nominato Ambasciatore per la pace e per i diritti civili dalla Diplomatic Mission Peace and Prosperity

RiminiToday è in caricamento