Cronaca

L'economia che riparte: "Ho fatto grossi investimenti e, per questa estate, sono ottimista"

Nicolò Amadori sfida il dopo epidemia e ingrandisce la sua gelateria di Marina Centro: "Nonostante le norme farraginose il primo giorno di apertura già tanta gente"

A Rimini c'è voglia di ripartire e, con la fine del lock down e la riapertura delle attività, nel fine settimana la città ha iniziato a rimettersi in moto. Nonostante gli slalom tra normative, obblighi e rimodulazione dei locali per garantire il distianziamento imposto dalle nuove regole sono diversi gli imprenditori che hanno alzato le saracinesche. Complice la bella giornata, e le tante persone a passeggio, per questi sono arrivati anche i primi riscontri che fanno ben sperare per il futuro. Ne è convinto Nicolò Amadori che, a dispetto del periodo non felice, ha voluto investire su Marina Centro ingrandendo la sua gelateria. Già titolare della sala giochi Venusian di viale Vespucci, l'imprenditore riminese si è allargato sul viale del salotto estivo realizzando la gelateria omonima che questo week end ha potuto riaprire i battenti. "Sarebbe stato bello inaugurare già a Pasqua, visto l'eccezionale bel tempo - spiega Amadori - ma anche così ci accontentiamo. Anche perchè, per poter iniziare, abbiamo dovuto aspettare fino all'ultimo momento per capire norme, regolamenti e divieti da applicare. Per realizzare la nuova gelateria a fianco della sala giochi ho fatto grossi investimento anche se la situazione consigliava di non farlo ma credo nella città e, per il futuro, sono ottimista".

"Ho voluto puntare su Marina Centro - prosegue l'imprenditore - perchè deve avere negozi e attività di qualità mentre, negli ultimi anni, sono spuntati solo negozi etnici di bassa lega e minimarket. Non è certo bello se vogliamo avere un turismo di qualità presentarci così a chi viene in vacanza e, tutto il viale, avrebbe bisogno di una bella riqualificazione. Adesso siamo ripartiti e, come primo giorno, posso dire che è andata bene perchè comunque la gente ha ricominciato a girare e ha voglia di lasciarsi alle spalle quei lunghi giorni di lock down. La stagione estiva? Ritengo che fino a giugno ci sarà molta prudenza ma poi tutto si evolverà per il meglio. Sono convinto che, già da metà stagione, si potrà lavorare di più e sarà un crescendo con un autunno che magari ci permetterà di recuperare anche qualcosa. La speranza è che, il prossimo mese, possano sbloccare le frontiere e i confini delle regioni. Se i turisti non si sono spaventati, sono certo che verranno ancora a Rimini per trascorrere le vacanze. L'unico neo è che, invece, per la riapertura della sala giochi non ci sono notizie e indicazioni. Non so proprio quando potrò riaprire anche quella".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'economia che riparte: "Ho fatto grossi investimenti e, per questa estate, sono ottimista"
RiminiToday è in caricamento