Cronaca

Enel dona oltre 23 milioni per l'emergenza, contirbuti anche all'ospedale Infermi

I fondi arrivano dalla onlus 'Cuore' del gruppo Enel e saranno usati a supporto delle strutture ospedaliere e sanitarie. In Regione arrivati due milioni

Oltre 23 milioni per contrastare il Coronavirus: anche Enel dona e ci mette il 'cuore'. I fondi infatti, arrivano dalla onlus 'Cuore' del gruppo Enel e saranno usati a supporto delle strutture ospedaliere e sanitarie del territorio nazionale. In Emilia-Romagna sono già arrivati due milioni di euro. Grazie a questa offerta, spiega Enel, saranno allestiti nuovi posti letto di terapia intensiva e realizzate strutture di pre-triage per le attività di prima accoglienza negli ospedali Guglielmo da Saliceto di Piacenza, Infermi di Rimini, Maggiore e Sant'Orsola di Bologna e all'arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia.

"Ringrazio il Gruppo Enel a nome mio personale e di tutta la comunità regionale - dice il presidente della Regione, Stefano Bonaccini - i due milioni di euro destinati all'Emilia-Romagna ci permetteranno di potenziare ulteriormente la rete dei posti letto di terapia intensiva, fondamentali per garantire cura e assistenza a ogni paziente". L'onlus del Gruppo Enel ha già stanziato oltre 23 milioni di euro sia per progetti individuati, sia per altri futuri che saranno definiti "in tempi brevi" grazie al dialogo e al continuo coordinamento con la Protezione civile e le autorità nazionali e regionali.

(fonte Agenzia Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enel dona oltre 23 milioni per l'emergenza, contirbuti anche all'ospedale Infermi

RiminiToday è in caricamento