menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fanno gli "spacconi" con la carta di credito rubata. Ma la Polizia rovina subito la festa

Con un'attività investigativa lampo, gli agenti delle Volanti della Polizia di Stato di Rimini sono riusciti ad individuare l'autore materiale del furto e coloro che hanno utilizzato indebitamente la carta di credito

Col bancomat appena rubato hanno fatto come si usa dire "gli spacconi" offrendo consumazioni al bar. Poi, non contenti, si sono recati anche in un ristorante per il pranzo. Con un'attività investigativa lampo, gli agenti delle Volanti della Polizia di Stato di Rimini sono riusciti ad individuare l'autore materiale del furto e coloro che hanno utilizzato indebitamente la carta di credito. Nei guai sono finiti un 47enne romano, in Italia senza fissa dimora, e due algerini, un irregolare in Italia di 47 anni ed un 50enne con regolare permesso di soggiorno e domiciliato a Bologna. Per tutti l'accusa è di "indebito utilizzo di carte di credito", mentre il cinquantenne dovrà rispondere anche di "furto aggravato".

E' quest'ultimo che con un'abile mossa è riuscita a derubare a bordo di un autobus una 49enne pugliese della borsa all'interno della quale vi erano documenti e carte di credito. La malcapitata ha allertato la Polizia per segnalare che in un bar di via Flaminia qualcuno aveva utilizzato la tessera per una spesa di circa 300 euro. Il barista ha confermato che intorno alle 14 due uomini, (poi riconosciuti nel 47enne e nel cinquantenne algerino), avevano mangiato, bevuto e persino offerto consumati ad altri avventori. Grazie alle descrizioni dell'esercente, i poliziotti sono riusciti ad identificare il romano (cliente saltuario del bar) anche grazie al riconoscimento fotografico da parte del barista stesso.

La derubata, tuttavia, non l'ha riconosciuto come possibile autore del futuro, non avendolo visto all'interno del bar. Nel corso dell'attività investigativa, la vittima ha ricevuto un altro spiacevole sms: una spesa di circa 50 euro in un ristorante in viale Regina Margherita. La Polizia è corsa subito sul posto, individuando il terzetto. Attraverso le immagini delle telecamere di videosorveglianza i detective hanno avuto ulteriori elementi per accusarli per "indebito utilizzo di carte di credito continuato e in concorso". Il cinquantenne è stato quindi riconosciuto dalla vittima come autore materiale del furto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Zanzariere, ecco pochi e semplici prodotti per pulirle

Cura della persona

5 consigli per avere una rasatura perfetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento