Cronaca

Folle inseguimento ai 200 chilometri all'ora, bloccato il suv pirata

Carabinieri e polizia di Stato a caccia dell'automobilista che ha trasformato in un circuito le strade di Rimini, fermate le due persone a bordo dell'Alfa Romeo Stelvio

Folle inseguimento lungo le strade di Rimini nella mattinata di venerdì coi carabinieri impegnati a dare la caccia a un'Alfa Romeo Stelvio che, ai 200 all'ora, ha duramente impegnato le pattuglie. Il primo allarme, intorno alle 11, è scattato nella zona dell'incrocio tra la Statale 16 e la Consolare per San Marino quando il suv ha eseguito una serie di manovre azzardate per poi procedere a tutto gas verso la via Emilia. I carabinieri si sono così messi all'inseguimento del 3000 benzina da oltre 500 cavalli ma, nonostante le sirene e le segnalazioni di alt, le gazzelle non sono riuscite ad agganciare l'Alfa che in un primo momento è stata persa di vista. Le forze dell'ordine si sono mobilitate con diverse pattuglie che hanno iniziato a setacciare le principali strade di Rimini fino a quando, il suv, è stato nuovamente individuato in via Circonvallazione Meridionale dove i carabinieri sono riusciti a bloccarlo all'altezza del ristorante "da Bigno" dopo quasi un'ora di ricerche. All'interno dell'abitacolo sono stati trovati due giovani riminesi, un 21enne e un 22enne che, secondo le prime indiscrezioni, avevano preso il suv noleggiato da una terza persona nella mattinata di venerdì. Entrambi sono stati portati in caserma e, al termine degli accertamenti, il guidatore è stato sanzionato per guida pericolosa e per non essersi fermato all'alt dei carabinieri e denunciato per resistenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Folle inseguimento ai 200 chilometri all'ora, bloccato il suv pirata

RiminiToday è in caricamento