menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Forza Nuova irrompe nel Consiglio Comunale per protestare

Il gruppo di destra ha interrotto l'assemblea per consegnare dei volantini ai consiglieri. "E' da diversi mesi che Questura e Amministrazione Comunale agiscono in coppia per negarci piazze, spazi e visibilità". L'Associazione Nazionale Partigiani Italiani esprime solidarietà per l'attacco

Serata agitata, quella di giovedì, per il Consiglio Comunale di Rimini che ha visto gli attivisti di Forza Nuova irrompere tra i banchi per protestare contro quello che hanno definito un comportamento fazioso dell'Amministrazione. La seduta era già stata chiusa, dopo appena mezz'ora, per la mancanza del numero legale quando il gruppo di Forza Nuova ha forzato il blocco degli agenti della Municipale ed è entrato in aula subito allontanato dal personale della Digos.

"E' da diversi mesi che Questura e Amministrazione Comunale agiscono in coppia per negarci piazze, spazi e visibilità - dichiara l'attivista riminese nonchè responsabile regionale per Forza Nuova Mirco Ottaviani - dapprima negandoci l'utilizzo di Piazza Giulio Cesare, poi allontanandoci completamente dall'intero centro storico per confinarci in zone limitrofe e ordinariamente militarizzate da una forte presenza di forze dell'ordine senza che mai si siano verificati episodi conditi da tensioni o scontri. Ciò che si è verificato ieri sera è l'ennesima dimostrazione di come al nostro movimento non sia concessa alcuna libertà di espressione - prosegue il responsabile - Ci è stato impedito con la forza l'accesso alla sala consigliare dagli agenti Digos "stranamente" già a conoscenza delle nostre intenzioni per poi, una volta dentro, essere strattonati e spintonati da forze dell'ordine e da un "coraggioso" assessore del Partito Democratico. Chi pensa di ergersi a giudice dei diritti di un movimento legalmente riconosciuto sappia che un branco di cani non potrà mai domare un manipolo di leoni".

Sostegno ai consiglieri comunali è arrivato dalla Associazione Nazionale Partigiani Italiani Sezione di Rimini. "Nella serata di giovedì 7 novembre - scrivono in un comunicatoè stata attuata un’ennesima provocazione di Forza Nuova ai danni delle istituzioni. Componenti del partito neo fascista hanno fatto irruzione durante il Consiglio Comunale di Rimini cercando di interrompere i lavori consigliariQuesto non fa altro che dimostrare la natura antidemocratica e sprezzante della democrazia e delle sue istituzioni da parte di Forza Nuova. Nei loro proclami deliranti vogliono farsi passare per vittime quando altro non sono che un rigurgito di un’ideologia violenta e autoritaria. Diamo piena solidarietà al Consiglio Comunale di Rimini che, con ordini del giorno condivisi con l’ANPI, ha tentato di dare piena attuazione ad un cardine della nostra carta istituzionale: l’Antifascismo ed i valori della Resistenza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Odore di fumo in casa, 5 trucchi per eliminarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento