menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furti e spaccate, Carabinieri e Finanza "rastrellano" il riminese

Alle prime luci dell'alba di mercoledì Carabinieri e Guardia di Finanza sono stati impegnati in una vasta operazione finalizzata soprattutto al controllo di strutture ricettive dove possono trovare ospitalità malviventi

"Operazione Setaccio". Alle prime luci dell'alba di mercoledì Carabinieri e Guardia di Finanza sono stati impegnati in una vasta operazione finalizzata soprattutto al controllo di strutture ricettive dove possono trovare ospitalità malviventi. All’operazione hanno preso parte 38 militari ed unità cinofile. Le attività seguono gli episodi di vandalismo, furti o tentati furti commessi nella nottata tra lunedì e martedì ai danni di esercizi commerciali.

In particolare i "soliti ignoti" hanno fatto ingresso all’interno delle strutture da loro individuate attraverso lo sfondamento delle vetrate o porte d’accesso, cosi dette “spaccate”, utilizzando pesanti tombini stradali presi al momento. La particolare e del tutto nuova, almeno per la Provincia, tecnica utilizzata per in compimento delle azioni criminose. Accertamenti portano a sostenere gli investigatori che anche l'incendio doloso all’interno dell’ufficio concorsi dell’Ausl di Rimini sia stata frutto di un tentativo di furto degenerato in incendio quale atto vandalico non avevo i malfattori trovato alcunchè da rubare.

Naturalmente le indagini stanno proseguendo d’intesa con la locale Procura della Repubblica ed in stretta sinergia con la Direzione Sanitaria che si è messa a completa disposizione e ogni ipotesi non viene esclusa. Nel corso delle attività di controllo del territorio sono state controllate, soprattutto a Miramare 64 persone di cui 27 già noti alle forze dell'ordine per reati contro il patrimonio (furti) e la persona. Altre controllate sono risultate di interesse operativo.

Sono stati sequestrati arnesi atti allo scasso ed armi bianche nonché 50 grammi di hashish. Due le persone tratte in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e per evasione dagli arresti domiciliari. Atre due persone sono state deferite in stato di libertà per il possesso di strumenti atti all’offesa e altre 8 per inottemperanza al foglio di via. Uno straniero aveva un provvedimento di rintraccio e pertanto è stato condotto in caserma per la relativa notifica.

Un altro straniero è stato sorpreso a dormir con un paio di cesoie sotto il cuscino. Nel corso di un rastrellamento nelle zone periferiche della città è stata rinvenuta l’auto, una Fiat Punto compendio di furto, utilizzata dai malfattori per il compimento delle spaccate della notte scorsa. Sull’auto sono stati effettuati i rilievi di rito che verranno inviati al Ris di Parma per gli aspetti di competenza. I servizi proseguiranno anche nelle ore prossime al fine di svolgere un’azione preventiva efficace ed impedire che determinate strutture divengano dimora abituale di persone socialmente pericolose.

I militari della Guardia di Finanza si sono invece concentrati sul controllo fiscale nella gestione delle strutture ricettive. In particolare, gli accesi hanno permesso di rinvenire documentazione comprovante la mancata emissione di ricevute fiscali da parte degli albergatori che è stata immediatamente contestata ai soggetti responsabili.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento