rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Bellariva / Viale Vincenzo Monti

"Rubo per pagarmi l'eroina", il giudice rimette in libertà il ladro di bici

Nonostante la richiesta di custodia cautelare in carcere da parte del pubblico ministero il magistrato ha disposto solo l'obbligo di firma

È stato arrestato in flagranza per il furto di una citybike, parcheggiata all'interno di un hotel, un 31enne italiano di origini peruviane. L'uomo, nel pomeriggio di mercoledì, era stato notato dalla pattuglia della Squadra giudiziaria della polizia Municipale aggirarsi con fare sospetto in viale regina Elena tenendo in mano un tronchese. Gli agenti lo hanno tenuto d'occhio fino a quando ha tranciato la catena che assicurava la due ruote per poi fuggire in via Monti. Bloccato, il 31enne non ha potuto far altro che ammettere gli addebiti e una veloce ricerca ha permesso di scoprire che la citybike era di proprietà di un turista austriaco. Processato per direttissima giovedì mattina, il malvivente difeso dall'avvocato Igor Bassi ha ammesso candidamente davanti al giudice di rubare per pagarsi l'eroina da cui è dipendente. Il magistrato, dopo aver convalidato il fermo, ha liberato il 31enne disponendo la misura cautelare dell'obbligo di firma a Pesaro dove risiede in attesa della prossima udienza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Rubo per pagarmi l'eroina", il giudice rimette in libertà il ladro di bici

RiminiToday è in caricamento