Furto nel negozio di abbigliamento, sparite magliette per 1000 euro

Banda di sudamericani distrae i commessi e insaccano la merce in tasche nascoste negli ampi pantaloni

Nella serata dello scorso 4 luglio i carabinieri del Radiomobile hanno arrestato in flagranza due sudamericani, di 26 e 29 anni, e denunciato a piede libero una connazionale per furto in un negozio di abbigliamento. I due uomini, approfittando di tasche nascoste negli ampi pantaloni, erano entrati nella boutique facendo sparire magliette per un valore di circa 1000 euro mentre la donna distraeva i commessi. Il colpo è stato però scoperto e i responsabili del negozio hanno dato l'allarme facendo accorrere i carabinieri che hanno ammanetatto iil 26enne e il 29enne entrambi già noti alle forze dell'ordine. Processati per direttissima lunedì mattina, il giudice ha convalidato il fermo per poi rimetterli in libertà con l'obbligo di firma.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nella mattinata, ragazzino perde la vita

  • Si lascia cadere nel vuoto, gesto estremo di un ragazzo

  • Col monopattino elettrico in A14, bloccato dalla polizia in autostrada

  • Stroncato da un'overdose, giovane padre di famiglia ritrovato senza vita nel garage

  • Bellaria piange la scomparsa del 13enne, proclamato il lutto cittadino

  • Ristorante riminese nel top restaurant di TripAdvisor

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento