Giovane pusher arrestato dalla polizia, dovrà scontare oltre 3 anni di carcere

Eseguita dal pesonale della squadra Mobile un ordine di carcerazione nei confronti del partenopeo. A suo carico, oltre a condanne per spaccio, ci sono anche reati legati al partrimonio e al porto di strumenti atti a offendere

Nella mattinata di mercoledì si sono aperte le porte del carcere dei "Casetti" per un 20enne napoletano, residente a Rimini, sul quale pendeva un ordine di carcerazione. Ad arrestarlo è stato il personale della squadra Mobile che lo ha individuato durante un’attività di controllo finalizzata al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti. L'ordine di cattura è arrivato in seguito a un ulteriore condanna per furto aggravato nei confronti del 20enne che, in precedenza, aveva già beneficiato della sospensione della pena. Ora il partenopeo dovrà scontare un cumulo di pene pari a tre anni, cinque mesi e dieci giorni di reclusione per violazione delle norme sulle sostanze stupefacenti, per porto abusivo di oggetti atti a offendere, per concorso in furto aggravato, per tentato furto aggravato, nonché per ricettazione. Tutti i reati sono stati commessi tra il 2010 e il 2012 e le condanne sono passate in giudicato dalla Corte di Appello per minori di Bologna e dal Tribunale di Rimini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Coronavirus, nuovo decreto fino al 5 marzo: divieto di ricevere più di due persone in casa

Torna su
RiminiToday è in caricamento