“Giovani capaci di cittadinanza”: il sindaco Pironi consegna la Costituzione ai neo 18enni

Il progetto offre allora un'occasione per segnare ritualmente il passaggio dall'adolescenza all'età adulta, riscattando il diciannovesimo anno di vita come momento iniziatico di ampia rilevanza educativa

Sabato alle ore 10, al Palazzo del Turismo di Riccione, il sindaco Massimo Pironi consegnerà una copia della Costituzione Repubblicana a ciascuno dei ragazzi delle scuole di Riccione che hanno appena compiuto, o che compiranno i 18 anni di età nei prossimi mesi. La cerimonia, che si svolge nell’ambito del Progetto “Giovani capaci di cittadinanza” 2014 si aprirà con un momento di riflessione su temi di impegno civile. Il Sindaco Massimo Pironi consegnerà poi personalmente ai ragazzi una copia della Costituzione Italiana. Parteciperanno all’incontro il Presidente del Consiglio comunale Guglielmo Serafini  e l’Assessore alle politiche giovanili Federica Torcolacci. La conduzione è affidata alla giornalista Simona Cesarini.

Il progetto “Giovani capaci di cittadinanza” si rivolge ai ragazzi e alle ragazze neodiciottenni nati nel 1995. Ragazzi che spesso, nonostante siano entrati a pieno titolo nella maggiore età o lo stiano per fare, non ne sentono le responsabilità, non ne conoscono i diritti e i doveri. I riti di passaggio sono quasi scomparsi nella nostra società. Eppure, in particolare tra l’adolescenza e la vita adulta, sono molto importanti: consentono di creare uno spazio simbolico di separazione fra le età che segna, per ragazzi e ragazze l’acquisizione di nuove responsabilità e autonomie e favoriscono l’inserimento nella comunità degli adulti.

Il progetto offre allora un’occasione per segnare ritualmente il passaggio dall’adolescenza all’età adulta, riscattando il diciannovesimo anno di vita come momento iniziatico di ampia rilevanza educativa, di grande condivisione comunitaria. Occorre che la città sappia inventare dei gesti, delle forme, dei rituali per garantire ai nostri giovani il senso di una svolta creativa nella loro vita.

Il progetto si articola in diverse fasi. Conversazioni maieutiche nelle classi quinte del Liceo Volta/Fellini di Riccione. Il 14 marzo scorso si sono svolti nelle classi quinte delle scuole di Riccione un ciclo di laboratori di conversazione maieutica condotti da Paolo Ragusa formatore del Centro Psicopedagogico per la pace e la gestione dei conflitti di Piacenza. Punto di partenza degli incontri le storie vicine all’esperienza quotidiana dei ragazzi e improntate ai principi fondamentali della Costituzione Italiana, che offrono occasione di riflessione e discussione comune su responsabilità, doveri e diritti.

I laboratori hanno l’obiettivo di     attivare un contatto con la realtà in cui i ragazzi sono immersi;    stimolare un confronto e una discussione di gruppo;     offrire la possibilità di sperimentare un contraddittorio gestendo la conflittualità tra le diverse posizioni e consentendo a tutti di esprimersi;         far vivere un’esperienza di partecipazione attiva e di democrazia diretta nella quale emerge l’importanza di avere e sviluppare un’opinione personale e motivata sulle problematiche della realtà;          ritualizzare l’ingresso nella vita adulta.

Azioni di cittadinanza attiva. Dopo la consegna della Costituzione, il Sindaco Pironi inviterà i ragazzi a partecipare ad azioni di cittadinanza attiva proposti da soggetti del volontariato e dell’associazionismo, quali Pacha Mama, Protezione Civile cittadina, Croce Blu, Web Radio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento