Cronaca

Gli impianti Hera daprono le porte alla commissione parlamentare rifiuti

In occasione di Ecomondo, una decina di commissari hanno visitato l’area impiantistica di Coriano, il biodigestore di Ca’ Baldacci e il depuratore di Santa Giustina

Gli impianti Hera di Rimini hanno aperto le porte alla commissione parlamentare rifiuti e al suo Presidente, il deputato Alessandro Bratti. I commissari, presenti in città per la fiera Ecomondo, hanno colto l’occasione per vedere da vicino gli impianti d’eccellenza in tema ambientale presenti sul territorio. La delegazione, accolta dall’Amministratore Delegato di Herambiente, Claudio Galli, e dalla sua squadra di tecnici, ha iniziato la mattina a Coriano, visitando la sala di telecontrollo degli impianti di Herambiente e l’impianto di selezione per la valorizzazione delle frazioni secche da raccolta differenziata. Hanno poi raggiunto Ca’ Baldacci per vedere l’impianto di digestione anaerobica e compostaggio. Infine, hanno concluso la mattinata presso il depuratore di Santa Giustina, il più grande impianto in Europa con tecnologia di “ultrafiltrazione a membrane”, il cui recente potenziamento rientra nel Piano di Salvaguardia della Balneazione di Rimini. I partecipanti hanno trovato molto interessante la visita, anche perché rientra in un più ampio programma della commissione di indagine sul mercato del riciclo e sul sistema di depurazione in Italia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli impianti Hera daprono le porte alla commissione parlamentare rifiuti

RiminiToday è in caricamento