I controlli dei carabinieri di Riccione portano a tre arresti

Aumentano anche le richieste di intervento da parte di cittadini e turisti per il disturbo della quiete pubblica

I carabinieri continuano il controllo del territorio e nei giorni scorsi hanno arrestato tre persone. Nella notte tra domenica e lunedì, i militari della stazione di Riccione hanno riscontrato che un cittadino bielorusso, classe ’86, sottoposto alla sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di Riccione, non è stato trovato nella sua abitazione e appena lo hanno rintracciato è stato arrestato.

Anche i carabinieri di Saludecio, nelle scorse giornate, hanno accertato che un 42enne originario della provincia di Messina, sottoposto all’affidamento in prova per vecchie vicissitudini legate al mondo degli stupefacenti, ha proseguito a spacciare. A seguito delle indagini la sua posizione si è aggravata e per lui si sono aperte le porte del carcere.

A Coriano, infine, i carabinieri hanno dato esecuzione ad un provvedimento di esecuzione pena nei confronti di un ospite della comunità di San Patrignano, notificandogli il provvedimento emesso dall’Ufficio Esecuzione Penali della Procura della Repubblica del Tribunale di Treviso. Per un 27enne, sono così scattate le manette e la reclusione per i prossimi nove mesi per via di pregressi reati in materia di spaccio di sostanze stupefacenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I carabinieri di Riccione stanno inoltre aumentano i controlli anche in vista della settimana rosa appena iniziata, oltre a fare fronte alle di richieste di intervento da parte di cittadini e turisti per il disturbo della quiete pubblica, legato in particolare al rientro dei giovani dalle discoteche all'alba. I carabinieri stanno così pprtando avanti anche i servizi di stazionamento e presidio delle aree capolinea delle navette provenienti dai locali della zona e i primi riscontri, in termini di calo delle richieste di intervento, inducono a perseverare sulla via del presidio preventivo quale deterrente efficace.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nella mattinata, ragazzino perde la vita

  • Cimici: 4 rimedi naturali per allontanarle da casa

  • Si lascia cadere nel vuoto, gesto estremo di un ragazzo

  • Stroncato da un'overdose, giovane padre di famiglia ritrovato senza vita nel garage

  • Bellaria piange la scomparsa del 13enne, proclamato il lutto cittadino

  • Lo storico negozio annuncia la sua chiusura sui social dopo 54 anni di attività

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento