Cronaca

Il bollettino Covid dell'Ausl Romagna indica una "lieve" ripresa dei contagi

Cresce di conseguenza il tasso d’incidenza dei nuovi casi per 100.000 abitanti ma tutti i distretti si trovano comunque al di sotto della soglia critica

L'ausl Romagna ha pubblicato i dati su base settimanale dell'andamento dell'epidemia di covid nel territorio di sua competenza e, dall'analisi del periodo compreso dal 5 all’11 luglio, si registra una lieve ripresa dei contagi. Questa settimana sono stati eseguiti 16.623 tamponi (molecolari e antigenici) registrando 150 nuovi casi positivi (0.9%). Si registra una significativa ripresa dei nuovi casi in termini assoluti (+70) con ed un incremento percentuale rispetto al numero di tamponi eseguiti (+0,4%). Cresce di conseguenza il tasso d’incidenza dei nuovi casi per 100.000 abitanti negli ultimi 7 giorni, tutti i distretti dell’AUSL della Romagna si trovano comunque al di sotto della soglia critica dei 250.

La performance peggiore è quella della provincia di Rimini che, già nel precedente bollettino, aveva fatto registrare un preoccupante aumento e che anche questa settimana conquista la maglia nera della Romagna con 63 nuovi casi (erano 26 dal 28 giugno al 4 luglio). Preoccupante anche la situazione nel Comune di Riccione dove il tasso di incidenza per 100.000 abitanti è il più alto di tutto il distretto. L'unico dato positivo è quello del crollo dei ricoveri, con solo 3 persone che sono state costrette a ricorrere alle cure ospedaliere, e quello dei decessi che nel periodo di riferimento hanno visto la scomparsa di una sola persona nella provincia di Rimini. Sul fronte delle vaccinazioni il riminese vede la copertura del 92% degli over 80, dell'83% per la fascia 70-79, del 73% per la fascia 60-69, del 61% per la fascia 50-59, del 45% per la fascia 40-49, del 36% per la fascia 30-39, del 31% per la fascia 20-29 e del 20% per la fascia 12-19.

“I dati di questa settimana - commenta Mattia Altini, direttore Sanitario di Ausl Romagna - ci consegnano una, seppur ancora lieve, ripresa dei contagi. Ciò, deve indurci, da una parte a non abbassare la guardia, continuando ad adottare le misure che ormai tutti conosciamo: distanziamento ed uso delle mascherine, ma soprattutto ad accelerare la campagna vaccinale, unico strumento per contrastare il virus. Gli appelli continui di questi giorni, le misure intraprese dall’Azienda per facilitare l’accesso alla somministrazione (prenotazione Last Minute con vaccini mRNA, invio ai medici di medicina generale degli elenchi dei propri assistiti over 60 non ancora vaccinati), vanno nella direzione di convincere tutta la popolazione a non attendere i prossimi mesi per accedere al vaccino. Occorre farlo adesso, prima della partenza per le vacanze, per essere garantiti dalla copertura. Invitiamo quindi tutti ad assumere questa consapevolezza e questo impegno. Più il virus circola e maggiore è il rischio che si sviluppino ulteriori varianti e che aumentino casi gravi che richiedano ospedalizzazione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bollettino Covid dell'Ausl Romagna indica una "lieve" ripresa dei contagi

RiminiToday è in caricamento