rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Il laboratorio “La Pietra Scartata” festeggia i primi trent’anni di vita

Nasto nel 1987 dall’intuizione di don Benzi e un membro della Comunità Papa Giovanni XXIII, Pino Pasolini. Volevano realizzare un luogo dove le persone "scartate" dalla società potessero trovare dignità e speranza

Venerdì 6 ottobre 2017 alle 16,30 il laboratorio “La Pietra Scartata”, della cooperativa sociale La Fraternità, festeggia i primi trent’anni di vita. L’appuntamento è presso la casa dell’accoglienza di Santa Maria in Pietrafitta, (fraz. di San Giovanni in Marignano), proprio dove il laboratorio ha mosso i suoi primi passi. Ai saluti delle autorità locali, seguiranno gli interventi di Valerio Giorgis (Presidente della Cooperativa), Giuseppe Pasolini (fondatore del laboratorio “La Pietra Scartata”), Francesco Pasolini (coordinatore del laboratorio), con video, foto e testimonianze di chi anima il progetto. In conclusione la Santa Messa presieduta S.E. Monsignor Francesco Lambiasi, Vescovo di Rimini. Si prosegue con una cena a buffet realizzata grazie alla collaborazione dell’istituto Malatesta di Rimini.

La Pietra Scartata nasce nel 1987 dall’intuizione di don Benzi e un membro della Comunità Papa Giovanni XXIII, Pino Pasolini. Volevano realizzare un luogo dove le persone "scartate" dalla società potessero trovare dignità e speranza attraverso il lavoro e la relazione. La Pietra Scartata è prima di tutto un luogo di accoglienza e condivisione attraverso il lavoro. Il laboratorio trasforma e commercializza prodotti biologici, nella logica di un’economia equa, solidale e rispettosa delle risorse naturali. Vi lavorano 25 ragazzi con diverse disabilità psico-fisiche anche gravi e ragazzi in pena alternativa al carcere o che stanno concludendo il programma di recupero dalla tossicodipendenza. Con loro
un’equipe di 12 operatori. Il laboratorio produce alimenti biologici di alta qualità, commercializzati con il marchio “La Madre Terra”, molto apprezzati dal mercato sia italiano che estero.

Come ricordava spesso don Benzi, La Pietra scartata è un modello per “la ‘società del gratuito’; che non è quella che non costa niente, ma una società in cui il fulcro non è il profitto ma l’amore, l’uomo, soprattutto il più debole. Una società in cui gli ultimi, non più schiacciati dalla logica del profitto, diventano i primi: sono proprio loro, con i loro bisogni e i loro sogni, che ispirano i passi anche pratici per la costruzione di un modello economico alternativo a quello attuale. L’evento si inserisce nelle celebrazioni per i dieci anni dalla scomparsa di don Oreste Benzi, che hanno il loro culmine il prossimo 31 ottobre al Palacongressi di Rimini nel convegno nazionale “Una vita per amare”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il laboratorio “La Pietra Scartata” festeggia i primi trent’anni di vita

RiminiToday è in caricamento