rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca

Addio al "Duca" dei Caiman. Il mondo della musica latina piange Asnaldo Labarrera

Proveniva da una famiglia di grandi musicisti cubani e regalava ritmo latino per tutti

“Ciao grande Duke. Non ci sono parole”. Sono tanti i messaggi di cordoglio che si stanno susseguendo sulle pagine dei social a seguito della scomparsa del Duca, Asnaldo Labarrera, anima della banda latina Caiman, che era stata fondata nel 1991 e aveva saputo con l’umiltà e l'amore per la musica coinvolgere il pubblico come solo poche persone riescono a fare.

Il Duca era entrato nel gruppo dei Caiman nel 1996 e aveva dato una svolta, proveniva da una famiglia di grandi musicisti cubani e regalava ritmo e allegria per tutti: salsa (portoricana & cubana ), bachata, cumbia, salsatòn, cuarteto (merengue argentino). Il sodalizio con il gruppo si era interrotto nel 2020 complice la pandemia. Il compagno di mille serate, amico fraterno, Daniel Alberto Bruhn lo ricorda così sulla sua pagina Facebook: “Non ci sono parole per esprimere il nostro dolore. Ciao Duke, fratello, compagno di tante battaglie. Resterai per sempre nei nostri cuori”.

In attesa dell’ultimo saluto, venerdì pomeriggio (31 dicembre), alle 15, nella chiesa di San Paterniano a Villa Verucchio (dove viveva con la compagna e il figlio), i social si sono riempiti di ricordi e omaggi per un grande percussionista conosciuto non solo a Rimini ma tra tutti gli appassionati di musica latino americana.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio al "Duca" dei Caiman. Il mondo della musica latina piange Asnaldo Labarrera

RiminiToday è in caricamento