menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il nuovo lungomare di Bellaria sarà eco sostenibile e innovativo, tra nuovi percorsi e aree verdi

"Verrà superato l’automatismo con cui si ‘scende al mare’ da via Panzini, imboccando poi le pedane dell’arenile"

E' stato svelato giovedì al Palazzo del Turismo, l’incontro pubblico dedicato al nuovo asse pedonale in prosecuzione di viale Colombo: l’attesa e importante innovazione del waterfront che consegnerà un lungomare vero e di pregio alla zona Nord di Bellaria Igea Marina. Buona la partecipazione di pubblico, per un appuntamento che, nel tardo pomeriggio, è stato preceduto da analoga illustrazione rivolta a consiglieri comunali di minoranza e di maggioranza. “Il nuovo lungomare di Bellaria è un’opera chiave, ma è comunque solo uno degli interventi a cui stiamo lavorando per la Bellaria Igea Marina del futuro secondo una visione organica. E’ la prima traccia di una rigenerazione urbana che, nelle nostre intenzioni, vuole connotare per la città un nuovo modo di interfacciarsi con il suo waterfront”, così il sindaco Filippo Giorgetti ha anticipato negli scorsi giorni la presentazione del progetto.
 
Appuntamento che è stato all’altezza delle aspettative, con i progettisti, l’architetto Davide Agostini ed il collettivo di tecnici de “La Prima Stanza”, ad illustrare i tratti salienti del nuovo lungomare. Sviluppato su una lunghezza di quasi un chilometro e mezzo, da p.le Kennedy a via Abbazia, e su un’ampiezza di circa cinque metri, il nuovo waterfront avrà “un’importante dimensione sociale oltre che ambientale e paesaggistica”, come spiegato dall’Arch. Agostini. “Verrà superato l’automatismo con cui si ‘scende al mare’ da via Panzini, imboccando poi le pedane dell’arenile. Il nuovo waterfront offrirà a cittadini e turisti un nuovo percorso per gli spostamenti, ma anche spazi in cui sostare, aree verdi, inediti coni visivi per la vista del mare. Non di meno, un luogo per l’atletismo e lo sport all’aria aperta".

“Una crew di tecnici giovani e al primo incarico a Bellaria Igea Marina”, ha voluto sottolineare il Sindaco. “Colpisce l’originalità del loro progetto, così diverso da ciò che è già stato realizzato in altre località: unisce componenti di eco sostenibilità che sono valse l’apprezzamento della Sovrintendenza, a peculiarità estetiche e di rigenerazione urbana che ancora non si sono viste in altri waterfront.”
L’investimento previsto per il nuovo asse pedonale in prosecuzione di viale Colombo sfiora i 4.000.000 euro: di questi, 2.150.000 euro coperti dall’ingente contributo con cui la Regione Emilia Romagna ha premiato il progetto bellariese. “Un’opera che avrà tre grandi attori principali”, ha aggiunto il primo cittadino, “l’ente comunale, i frontisti, ossia i titolari delle strutture che si affacceranno su un lungomare innovato e di pregio, ed i titolari delle concessioni balneari: il nuovo waterfront non mette in discussione il piano dell’arenile e gli operatori sono chiamati sin da ora a farsi trovare pronti.”
 
Da questo punto di vista, "un grande volano ed il primo segno tangibile dell’innovazione che attende la zona Nord di Bellaria Igea Marina, sarà il primo stralcio dell’opera: un tratto relativamente breve ma già significativo, circa duecento metri tra p.le Kennedy e il bagno 30. Una scelta voluta e oculata”, ha spiegato Giorgetti, “pur a fronte di coperture economiche che ci avrebbero consentito di coinvolgere subito anche altri stabilimenti".

Poi, la volontà di proseguire celermente con lavori che consegneranno un nuovo volto e una nuova esperienza di mare e spiaggia a buona parte della zona Nord di Bellaria Igea Marina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Alla scoperta dei luoghi della fede: il viaggio è anche online

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento