menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Il primo viaggio insieme”: sotto l’albero di Natale un diario per i genitori della Tin di Rimini

Si tratta di un Diario di Bordo che permette ai genitori di descrivere e fotografare eventi importanti durante il ricovero del loro bambino

“Il primo viaggio insieme”: sotto l’albero di Natale un diario per i genitori della terapia intensiva neonatale di Rimini. A realizzarlo Urbano Marano, papà di due gemelline nate premature, Bianca ed Allegra, disegnatore per passione di vignette molto popolari in rete (firmate #ILROMPI). Il diario, stampato in 300 copie grazie al contributo di Krona Koblenz SPA, azienda dove il padre lavora come responsabile Marketing, nasce da una idea di Natascia Simeone, infermiera esperta di sviluppo del neonato prematuro, che lavora nella Terapia Intensiva Neonatale (TIN) di Rimini, diretta dalla dott.ssa Gina Ancora. “Insieme alla mia titolare abbiamo voluto che questa donazione avvenisse prima di Natale, giorno in cui si celebra la natività: "Natalis Solis Invicti", come dicevano gli antichi romani, ossia la nascita del nuovo sole che, dopo la notte più lunga dell'anno, riprendeva nuovo vigore” racconta Urbano. Si tratta di un Diario di Bordo che permette ai genitori di descrivere e fotografare eventi importanti durante il ricovero del loro bambino in TIN.  "Le emozioni sono intense e ti accorgi che nulla è sotto il tuo controllo, tutto ruota attorno a quei piccoli guerrieri che stanno in una mano e che attimo dopo attimo prendono a morsi la vita”, spiega il papà di Bianca ed Allegra. Dentro la TIN nulla è scontato.

“Per farvi capire” continua Urbano, “vedere finalmente il proprio bimbo succhiare poche gocce di latte diventa un momento da festeggiare, così come l'aumento di peso di 5 o 10 grammi, il primo attacco al seno, il primo bagnetto, il passaggio dall’incubatrice al lettino!” Le pagine del diario forniscono la possibilità di annotare emozioni e sentimenti che mamma e papà insieme ai fratellini e ai nonni vivono durante la lunga permanenza nel reparto. Al suo interno ci sono anche ampi spazi dedicati alla “medicina narrativa” in cui possono essere i genitori o gli operatori a parlare al posto del bambino. Altre pagine come “La visita medica”, “Il colloquio con l’equipe” permettono invece al genitore di annotare aspetti medici o legati allo sviluppo che, spesso per lo stress della situazione, non sempre ricordano. Un’altra peculiarità che rende unico questo diario è che i genitori possono comporlo come meglio credono ed in base al loro percorso in TIN, vista la possibilità di aggiungere o togliere pagine. “Il Primo Viaggio Insieme”, viene rappresentato sulla copertina con un treno che si muove all’interno delle pagine del diario e che rappresenta il viaggio della famiglia all’interno della TIN.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento