Il rombo dei motori chiude una Reunion Rimini da 40mila presenze

Soddisfazione è stata espressa dall’amministrazione della città con l’intervento del sindaco Andrea Gnassi.

Il rombo dei motori delle due cilindri più famose d’America ha scacciato lontano anche le nuvole grigie che intimorivano la Riviera. Si è chiusa domenica la quarta edizione di Reunion Rimini, confermando le attese di circa 40mila presenze nel weekend e consegnando alla città un raduno motoristico di profilo internazionale, inserito nel programma della Motor Valley. Tre giornate vissute intensamente, tra motori presenti, parata, buon cibo, concorsi, bikers e tanta energia. Grande successo per gli spettacoli, che ogni sera hanno saputo accendere l’entusiasmo di una piazza di oltre duemila persone (ad esibirsi sul palco Timothy & Ostetrika Gamberini, AC/DI, Revolution, Era Green, West River Band e, infine, i Giuda). Domenica mattina si sono svolte le premiazioni del primo Trofeo Reunion e la giuria internazionale, guidata dal grande custom painter di fama mondiale Lorenzo Dox Dossena ha decretato le migliori moto custom e le più belle auto americane presenti a Rimini Reunion. Soddisfazione è stata espressa dall’amministrazione della città con l’intervento del sindaco Andrea Gnassi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

  • Rapina a mano armata in pieno giorno, preso di mira un supermercato

Torna su
RiminiToday è in caricamento