rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

In libertà vigilata insieme all'amico insulta e minaccia i poliziotti che li controllano

Serata di tensione per una pattuglia della polizia di Stato che stava controllando il rispetto degli obblighi imposti al malvivente

Una situazione surreale e di alta tensione quella che, nella notte tra giovedì e venerdì, hanno vissuto gli agenti della polizia di Stato. La pattuglia, infatti, doveva controllare un 51enne bergamasco sottoposto alla libertà vigilata con obbligo di non allontanarsi dalla dimora dalle 7 alle 22 per una serie di reati che vanno dalla  spendita di monete false e detenzione di armi illegali.  Il personale della Questura, però, quando ha suonato il campanello dell'appartamento di Viserba si è ritrovato davanti un 48enne anche lui bergamasco che con fare brusco ha innescato una polemica con le divise. Anche quando gli agenti gli hanno spiegato che dovevano controllare la presenza del 51enne, l'uomo ha alzato i toni della discussione ed è intervenuto anche il coinquilino sostenendo che quel controllo era illegittimo minacciando il personale della Volante di fargli perdere il lavoro. Una lunga discussione con entrambi gli uomini che, a un certo punto, si sono anche rifiutati di fornire i documenti. Solo dopo ulteriori insitenze alla fine i bergamaschi sono stati identificati ed è emerso che anche il 48enne era una vecchia conoscenza delle forze dell'ordine per per furto e rapina. Al termine del controllo, i due sono stati denunciati per resistenza a pubblico ufficiale e minacce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In libertà vigilata insieme all'amico insulta e minaccia i poliziotti che li controllano

RiminiToday è in caricamento