Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Sant'Agata Feltria

Incendio di Sant'Agata, il sindaco Cerbara: "Origine sicuramente dolosa"

Spento il rogo che ha interessato la chiesa di San Francesco, ingenti i danni agli arredi e alle opere d'arte

Sono terminate nella tarda mattinata di lunedì le operazioni di spegnimento dell'incendio che, a Sant'Agata Feltria, ha interessato la chiesa di San Francesco a ridosso della Rocca Fregoso. Le fiamme, secondo quanto emerso, si sono sviluppate nella notte tra domenica e lunedì in un seminterrato ma, solo nella prima mattinata, i residenti si sono accorti del denso fumo dando l'allarme che ha fatto accorrere nel paese dell'alta Valmarecchia le squadre dei vigili del fuoco. Sul posto hanno operato 29 unità provenienti da Rimini, Novefeltria, Urbino e Cesena, per evitare che l'incendio si propagasse anche alla rocca. Mentre il personale del 115 era all'opera, si è verificato il crollo del pavimento dell'abside della chiesa e, un vigile del fuoco, è precipitato nel vuoto. Soccorso dai sanitari del 118, l'uomo è stato portato in pronto soccorso dove gli è stata riscontrata la lussazione della spalla. Dai primi accertamenti, le fiamme si sono sviluppate da un seminterrato sotto l'abside, utilizzato come rimessa, e dove sono custoditi i quadri elettrici.

"L'incendio è sicuramente di origine dolosa - ha commentato il sindaco di Sant'Agata, Guglielmino Cerbara. - Nel primo pomeriggio di lunedì abbiamo effettuato un sopralluogo con gli esperti della soprintendenza e, da una prima occhiata, i danni sono notevoli per quanto riguarda gli arredi e le opere d'arte. A questo si aggiunge il crollo del pavimento ma, per il resto, non ci sono problemi strutturali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio di Sant'Agata, il sindaco Cerbara: "Origine sicuramente dolosa"

RiminiToday è in caricamento